Analisi
Cremonini 11 anni fa - lunedì 6 marzo 2006
La distribuzione è il settore trainante

La distribuzione è il settore trainante

Prezzo al momento dell'analisi (3/3/06): 2,13 EUR

I ricavi e l’utile lordo 2005 sono aumentati, ma solo grazie alle plusvalenze della quotazione di Marr. Stimiamo un utile netto per azione di 0,318 euro nel 2005 e 0,315 nel 2006. Titolo correttamente valutato.
>Mantenere

Cremonini ha da poco presentato i dati dell’ultimo trimestre del 2005, che confermano quanto già osservato nei mesi precedenti. L’attività più redditizia per la società è la distribuzione, settore con ricavi in crescita costante (+12,2% rispetto all’intero 2004) che pesano quasi per il 40% su quelli dell’intero gruppo. Anche il settore della ristorazione ottiene buoni risultati (+11,6% rispetto al 2004), mentre il comparto che non cresce, pur pesando ancora per circa la metà dei ricavi del 2005, è la produzione. A poco a poco, Cremonini sta diventando sempre meno azienda alimentare e sempre più società di catering, attività maggiormente redditizia. Benché i ricavi del settore produttivo siano sostanzialmente in linea con quelli del 2004, i margini di redditività sono diminuiti dell’8% circa. Ciò nonostante l’utile lordo dell’intero gruppo è aumentato del 67,5% (circa 0,54 euro per azione). Un risultato che tuttavia non deve essere sopravvalutato, visto che una parte consistente deriva dalla quotazione in Borsa della controllata Marr. Senza questi guadagni, che rappresentano circa un terzo dell’utile ante imposte 2005, l’aumento dei profitti sarebbe solo del 10,5%.

condividi questo articolo