Analisi
Lafarge 11 anni fa - mercoledì 1 marzo 2006
Nuovo piano strategico

Nuovo piano strategico

Prezzo al momento dell'analisi (28/02/2006): 87,75 euro

Il nuovo management intende adottare delle misure energiche per rendere più dinamico questo gigante dei materiali da costruzione, poco omogeneo e poco agile. L’azione è correttamente valutata.
> Mantenere

Nonostante due avvertimenti sugli utili e grazie a un quarto trimestre più solido del previsto, i risultati 2005 di Lafarge (LAFP.PA) superano le nostre attese, con un fatturato in crescita del 10,6% e un utile per azione di 6,39 euro (+5% rispetto ai dati 2004 ricalcolati secondo le nuove norme contabili europee). Questi risultati hanno consentito al gruppo di alzare del 6% il dividendo (2,55 euro). Il piano strategico presentato dal nuovo management prevede la cessione delle attività che non creano valore, maggiori sforzi nella ricerca e sviluppo dei nuovi prodotti, tagli ai costi (soprattutto nella divisione tegole in difficoltà) e la semplificazione dell’organizzazione. È stata inoltre lanciata un’offerta, a un prezzo relativamente poco elevato, sul 46,8% non ancora detenuto di Lafarge North America. L’obiettivo del piano è realizzare una crescita interna del fatturato di almeno il 5% annuo, un progresso dell’8% medio annuo dell’utile per azione e un margine industriale (rapporto tra utile industriale e fatturato) in crescita dell’1% da qui al 2008. Per il 2006 alziamo da 6,45 a 6,94 euro le stime sull’utile per azione, che dovrebbe salire a 7,42 euro nel 2007.

condividi questo articolo