Analisi
Vivendi Universal 11 anni fa - giovedì 9 marzo 2006
Il management è più ottimista di noi

Il management è più ottimista di noi

Prezzo al momento dell'analisi (08/03/2006): 26,25 euro

Il management ha rilanciato il gruppo, ma non è detto che possa garantire una crescita redditizia e durevole. Stimiamo un utile per azione di 2 euro nel 2006 e di 2,14 euro nel 2007. Azione correttamente valutata.
> Mantenere

Vivendi Universal (EAUG.PA) nel 2005 ha aumentato il fatturato del 6,5% (a struttura costante e senza effetti di cambio) e l’utile per azione di ben il 55% (1,81 euro), grazie soprattutto all’aumento della redditività industriale in tutte le attività e, in particolare, nella musica (rigoroso controllo dei costi) e nei videogiochi (successo del gioco World of Warcraft). VU ha beneficiato inoltre del calo degli oneri finanziari (netta riduzione del debito) e di una tassazione più vantaggiosa. Questa buona performance, con cui si conclude il risanamento del gruppo, ha permesso al management di portare a 1 euro il dividendo 2005 (+67%). Per assicurarsi anche in futuro la crescita sia nelle telecom sia nei media il gruppo conta soprattutto sul moltiplicarsi delle applicazioni digitali, che beneficeranno del progressivo sviluppo dell’Umts (telefonia mobile multimediale). Infine il gruppo, che vendendo tutte le attività per abbonamento si garantisce ricavi regolari e prevedibili, continuerà a preferire la crescita interna evitando investimenti troppo onerosi. A nostro avviso tuttavia non sarà facile continuare a guadagnare quote di mercato senza mettere a rischio la redditività.

condividi questo articolo