Analisi
Arcelor 11 anni fa - mercoledì 12 aprile 2006
Arcelor contrattacca

Arcelor contrattacca

Prezzo al momento dell'analisi (11/04/2006): 32,95 euro

Arcelor non si arrende di fronte all’offerta ostile di Mittal e prova a difendersi cercando di mettere in difficoltà la società indiana. Al prezzo attuale Arcelor resta correttamente valutata.
> Mantenere

Arcelor (CELR.BR) cerca di difendersi in tutti i modi dall’offerta ostile di Mittal. L’ultimo annuncio, il più importante per gli azionisti, è che intende distribuire il 30% (e non più il 20%) dell’utile 2005 sotto forma di un dividendo di 1,85 euro. In caso di fallimento o ritiro dell’offerta di Mittal, il management conta inoltre di distribuire agli azionisti 5 miliardi di euro tramite acquisti di azioni proprie e/o dividendi straordinari. In questo modo Arcelor mira a costringere Mittal a ridurre la parte in contanti dell’offerta (aveva annunciato che ogni dividendo sopra gli 0,8 euro sarebbe stato considerato come un anticipo sulla parte in contanti dell’offerta); il che ovviamente la rende meno interessante agli occhi degli azionisti. Inoltre, mostrandosi più generosa Arcelor rimuove una delle cause della debole valorizzazione del titolo negli ultimi anni. Arcelor avrebbe però potuto decidere prima di premiare gli azionisti, sempre che così facendo non rischi di ipotecare la crescita futura. Ma la misura senz’altro criticabile è quella di aver trasferito la canadese Dofasco, acquisita ultimamente, a una fondazione olandese destinata a bloccarne la vendita nel caso in cui Arcelor venga acquisita da Mittal. Visto che l’operazione modifica il profilo del gruppo (rendendo quasi invendibile un’importante attività) pensiamo che gli azionisti avrebbero dovuto essere consultati, soprattutto quell’80% non veramente rappresentato nel Consiglio di amministrazione.

condividi questo articolo