Analisi
Intel 12 anni fa - mercoledì 26 aprile 2006
Risultati trimestrali mediocri

Risultati trimestrali mediocri

Prezzo al momento dell'analisi (25/04/2006): 19,15 dollari

Intel ha subìto una doccia fredda, ma secondo noi saprà reagire alle avversità. Stimiamo un utile per azione di 1,04 dollari nel 2006 e di 1,23 dollari nel 2007. L’azione è correttamente valutata.
> Mantenere

Nel primo trimestre Intel (INTC.O) ha registrato un calo del fatturato del 5% e dell’utile per azione del 34% (-24% senza le stock option). Nei primi tre mesi dell’anno il mercato dei PC ha infatti registrato un rallentamento più rapido del previsto, che rischia di continuare anche nel resto dell’anno in seguito tra l’altro al rinvio al 2007 del lancio del nuovo Windows (Vista) di Microsoft. Inoltre, il fatto che la concorrente AMD non la sfidi più solo nei server e nei PC ma anche nei portatili ha spinto Intel a lanciarsi in una guerra dei prezzi. Una guerra che, se da una parte eroderà i suoi margini di guadagno, dall’altra gli consentirà di smaltire più facilmente le scorte di chip aumentate del 14% dallo scorso dicembre. Tenendo conti di tutti questi elementi Intel prevede per l’intero 2006 un calo delle vendite del 3% (e non più una crescita del 8%). Non è però il caso di allarmarsi: le prospettive del mercato dei PC sono infatti soddisfacenti per il 2007 e Intel, che dovrebbe lanciare prodotti promettenti nel secondo semestre, resta ben posizionata per riconquistare quote di mercato rispetto a AMD. Infine il management conta di rimettere ordine nella struttura e nelle attività.

condividi questo articolo