Analisi
Natuzzi 11 anni fa - lunedì 3 aprile 2006
Redditività in forte calo

Redditività in forte calo

Prezzo al momento dell'analisi (31/03/2006): 7,30 dollari

Dopo un esercizio deludente, Natuzzi ha deciso di non distribuire un dividendo per il 2005. Una decisione che non farà piacere agli azionisti, ma che ci sembra necessaria. L’azione resta correttamente valutata.
> Mantenere

Natuzzi (NTZ.N), produttore italiano di divani e accessori di arredamento, ha appena annunciato che non distribuirà un dividendo per l’esercizio 2005. Una decisione che, tenuto conto dei risultati registrati nello scorso anno, non sorprende più di tanto. Anche se nel quarto trimestre l’attività si è stabilizzata, per l’insieme dell’anno le vendite sono infatti diminuite dell’11% a 670 milioni di euro. Inoltre, le iniziative di ristrutturazione hanno dato pochi frutti. La redditività è infatti peggiorata, con un margine industriale (rapporto tra utili industriali e fatturato) che è sceso dal 5,3% del 2004 a -2,2% nel 2005. Natuzzi fatica a mantenere la sua posizione concorrenziale, ma non è il solo gruppo del settore con problemi di competitività. Basti pensare, ad esempio, ai numerosi produttori europei preoccupati dalla concorrenza cinese, tanto da domandare alla Commissione europea di avviare un’indagine antidumping. La situazione del gruppo resta comunque incerta, almeno a breve termine. Fortunatamente Natuzzi può contare su solide finanze, che gli dovrebbero consentire di adattare meglio l’offerta alla domanda e di poter così superare la crisi attuale.

condividi questo articolo