Analisi
Dexia 11 anni fa - martedì 30 maggio 2006
Trimestre in linea con le attese

Trimestre in linea con le attese

Prezzo al momento dell'analisi (29/05/2006): 20,07 euro

Il finanziamento pubblico, fonte di costanti profitti, ha continuato a sostenere i risultati e verrà rafforzato soprattutto all’estero. Le prospettive sono positive e Dexia resta una preda interessante. L’azione è conveniente.
> Acquistare

Nel primo trimestre l’utile per azione di Dexia (DEXI.BR) è cresciuto del 65,1% annuo. Anche senza i guadagni non ricorrenti legati alla joint-venture con Royal Bank of Canada nei servizi agli investitori, la crescita resta del 15,5%, conformemente alle nostre attese. I ricavi (+7,3%) aumentano infatti più dei costi (+6,1%) e non ci sono accantonamenti. Anche senza guadagni straordinari, Dexia si avvicina così al suo obiettivo di una redditività di almeno il 20% nel 2006 (19,7% nel primo trimestre), mentre il suo rapporto tra costi e ricavi (52,6%) resta tra i più bassi del settore. In futuro il gruppo intende rafforzarsi ulteriormente nel finanziamento pubblico, che continua a essere il motore della crescita (52% dei profitti totali) e che realizza già la metà dei profitti all’estero (equamente divisi tra Usa e Europa). Il gruppo guarda soprattutto all’Est europeo a medio termine e all’Asia a lungo termine e non esclude eventuali acquisizioni. Dexia resta infine al centro di voci di acquisizione (recentemente si è parlato di un interesse da parte di ING), che sostengono il titolo. Stimiamo un utile per azione (senza elementi straordinari) di 2,06 euro per il 2006 e di 2,23 euro per il 2007.

condividi questo articolo