Analisi
AstraZeneca 12 anni fa - giovedì 1 giugno 2006
Acquisizioni e alleanze in vista

Acquisizioni e alleanze in vista

Prezzo al momento dell'analisi (31/05/06): 2824 pence

Per reagire al fallimento di diversi progetti di ricerca, AstraZeneca moltiplica le acquisizioni e le alleanze. Le sue finanze restano comunque sane e l’azione è correttamente valutata.
>Mantenere

Per il primo trimestre 2006 AstraZeneca (AZN.L) ha pubblicato un utile per azione di 51 pence (+54%), beneficiando, oltre che dei favorevoli effetti di cambio, delle misure di razionalizzazione dei costi e del successo dei suoi cinque farmaci chiave (in totale quasi la metà del fatturato), che sono cresciuti globalmente del 25%. L’attività di ricerca continua però a attraversare un momento difficile. A febbraio è stato infatti definitivamente abbandonato lo sviluppo del farmaco contro la trombosi e a maggio è stato interrotto lo sviluppo di un trattamento per il diabete già alla terza fase di sperimentazione clinica. Per reagire, il gruppo ha siglato negli ultimi mesi molte partnership nella ricerca (per un importo complessivo di circa 1,5 miliardi di dollari, ma senza mettere a rischio la solidità finanziaria) e conta di concludere l’acquisizione della società britannica CAT (biotecnologie) al prezzo, secondo noi piuttosto elevato, di 567 milioni di sterline (+67% rispetto al prezzo di Borsa prima dell’annuncio dell’offerta). Questo dovrebbe consentire al gruppo di centrare l’obiettivo che prevede nel 2010 un peso delle biotecnologie pari ad almeno un quarto dei nuovi farmaci.

condividi questo articolo