Analisi
Unicredit 12 anni fa - lunedì 19 giugno 2006
Sviluppo in Italia o all'estero?

Sviluppo in Italia o all’estero?

Prezzo al momento dell'analisi (16/06/06): 5,68 EUR

Unicredit neutrale nel panorama di riassetto delle banche italiane? Non è così scontato. Intanto i conti continuano a migliorare: stimiamo utili 2006 e 2007 rispettivamente di 0,45 e 0,49 euro per azione.
>Acquistare

Anche se, dopo l’operazione di acquisizione della tedesca Hvb, Unicredit sembra essere un po’ uscita dallo scenario di aggregazioni che si sta sempre più delineando per il mercato italiano, il gruppo potrebbe non essere del tutto fuori dai giochi. Il management della società ha infatti dichiarato di non avere allo studio alcuna operazione, ma allo stesso tempo ha puntualizzato di non escludere nulla per il futuro. Il vero interesse del gruppo, comunque, sembra sempre più rivolto verso l’estero, in particolare in quei Paesi in cui il gruppo è già presente (Germania, Austria, Europa dell’Est). D’altronde il sentiero della crescita internazionale ha dato finora buoni risultati, come testimoniano i conti del primo trimestre 2006 recentemente pubblicati: l’utile del periodo (pari a 0,13 euro per azione) è infatti in crescita del 20% rispetto ai primi tre mesi del 2005 anche grazie al significativo miglioramento dei conti di Hvb. I ricavi complessivi del gruppo sono cresciuti del 15% (+8,5% i ricavi da interesse, +21% quelli derivanti dalle commissioni). Al progresso dell’utile ha poi contribuito anche il miglioramento del rapporto costi/ricavi, passato dal 59,8% al 55,3%.

condividi questo articolo