Analisi
Casino 11 anni fa - lunedì 17 luglio 2006
Cessioni di attività non strategiche

Cessioni di attività non strategiche

Prezzo al momento dell'analisi (14/07/06): 61,70 EUR

Un 2005 deludente ha imposto al distributore francese Casino di ricorrere a drastiche misure di ristrutturazione. Il piano ha convinto i mercati che hanno premiato l’azione, e il titolo è diventato caro.
>Vendere

Visti i deboli risultati sia in Francia (70% del fatturato) sia all’estero, con l’olandese Laurus ancora in perdita, Casino (CASP.PA) ha deciso di procedere da qui a fine 2007 con un piano di cessioni di attività non strategiche per un importo complessivo di 2 miliardi di euro. Il gruppo ha così venduto le partecipazioni in Feu Vert (attrezzature per auto) e in GMB (magazzini Cora e Match), ha ridotto la sua quota nella controllata immobiliare Mercialys, mentre in Olanda Laurus ha venduto le catene Edah e Konmar. Le prossime cessioni riguarderanno le caffetterie, i magazzini polacchi e forse anche la partecipazione del 56,5% nella catena americana Smart & Final. L’obiettivo del gruppo è quello di rafforzarsi in Francia sui segmenti dei discount e dei piccoli supermercati, in cui è già ben piazzato, mentre fuori dalla Francia conta di svilupparsi in regioni a forte potenziale come l’America Latina (Brasile, Colombia) e il Sud Est Asiatico (Tailandia e Vietnam). Riteniamo che la ristrutturazione risistemerà la situazione finanziaria della società e ridarà fiato agli utili. Stimiamo un utile per azione di 4,75 euro nel 2006 e una crescita fino a 4,92 euro nel 2007.

condividi questo articolo