Analisi
Iberia 11 anni fa - mercoledì 5 luglio 2006
Indetto sciopero dei piloti

Indetto sciopero dei piloti

Prezzo al momento dell'analisi (04/07/2006): 2,05 euro

Gli scioperi indetti dai piloti arrivano in un momento già difficile per Iberia e rischiano di compromettere il buon esito del piano di ristrutturazione. Considerando le attuali minacce dei piloti l’azione ci sembra cara.
> Vendere

Iberia (IBLA.MC) è nella tormenta. Il sindacato dei piloti ha infatti indetto uno sciopero tra il 10 e 16 luglio per protestare contro il prossimo lancio della compagnia low cost Catair, di cui Iberia possiede il 20%. Una mossa che non poteva arrivare in un momento peggiore: l’estate è infatti la stagione più importante per i ricavi e lo sciopero potrebbe oscurare il lancio del piano 2006-08, indispensabile per la sopravvivenza di Iberia. Basti pensare che, nel primo trimestre, l’agguerrita concorrenza in Spagna e il rincaro del petrolio le hanno fatto quasi triplicare le perdite nette (0,05 euro per azione), mentre i ricavi sono cresciuti solo del 5%; il risultato avrebbe poi potuto essere anche peggiore senza il rigoroso controllo dei costi e gli sforzi per migliorare la produttività. Ora uno sciopero di sette giorni rischia di costare a Iberia circa 35 milioni di euro, il 26% circa degli utili attesi per il 2006 (che stimiamo a 0,094 euro per azione e che dovremo ridurre in caso di sciopero). Intanto, per facilitare le decisioni, è stato ridotto l’esecutivo, concentrando tutti i poteri nelle mani del Presidente. Una mossa che, andando contro i principi della corretta gestione d’impresa, non giudichiamo affatto positivamente.

condividi questo articolo