Analisi
Valsoia, benessere per l'azionista? 11 anni fa - mercoledì 5 luglio 2006
Nella stagione delle matricole mancate, ci prova anche Valsoia, che tenta lo sbarco in Borsa. Ecco cosa ne pensiamo.

Il fagiolo miracoloso

· Valsoia è la società italiana leader di mercato nella produzione e commercializzazione di prodotti alimentari a base di soia. Nata a Bologna negli anni ’90,  la società ha ampliato notevolmente la gamma di prodotti, che oggi sono distribuiti oltre che in Italia anche in Spagna, Svizzera, Germania, Austria, Croazia, Slovenia e Grecia. Ai primi prodotti, latte di soia, olio di soia e lecitina, se ne sono aggiunti, nel corso degli anni, molti altri che utilizzano la soia al posto di derivati e grassi di origine animale.

·  Valsoia non produce, però, soltanto prodotti alimentari a base di soia. Dal 2001 produce alimenti a base di riso con il marchio Rys Riso e benessere, mentre dallo scorso anno è approdata al mercato dei prodotti alimentari biologici, con il marchio Naturattiva. Ancora più recente è l’acquisizione di Yogurtal,  un ramo d’azienda che produce gelati allo yogurt. Valsoia distribuisce anche i cereali per la prima colazione Weetabix.

 

Lo spauracchio del colesterolo

I prodotti sono indirizzati a chi, per esigenze di salute o per convinzione, non può o non vuole, nutrirsi con prodotti contenenti grassi di origine animale. La società punta al mercato, in costante espansione, dell’alimentazione salutista, un mercato che rimane comunque di nicchia nel comparto alimentare, tranne nel segmento dei gelati dove Valsoia si colloca al quarto posto dopo giganti del calibro di Nestlé e Danone.

 

Fagiolo indigesto

· La società, di piccole dimensioni (ha soltanto 74 dipendenti), quoterà sul mercato poco più dell’11% del proprio capitale sociale. Al termine dell’operazione non sarà quindi contendibile. L’operazione attraverso cui approderà sul mercato italiano è un’Opv, offerta pubblica di vendita, che non apporterà, quindi, denaro fresco nelle casse aziendali. La società ha chiuso il 2005 con un utile netto per azione pari a 0,17 euro, mentre prevediamo un utile netto per azione di 0,24 euro nel 2006 e di 0,3 euro nel 2007.

· Pur non essendo particolarmente indebitata e con margini discreti, la società si quota a caro prezzo. Nella parte bassa della forchetta (4,25 euro) il titolo è caro e diventa molto caro nella parte alta (5,75 euro). Consigliamo di non aderire dunque all’offerta e questo vale sia per il “buon padre di famiglia”, sia per lo speculatore.

 

OPV VALSOIA: L’OFFERTA

Periodo di sottoscrizione

5 – 11 luglio 2006

Intervallo di prezzo

4,25 euro – 5,75  euro

Lotto minimo

400 azioni

Valore lotto minimo (in euro)

1.700– 2.300

Mercato di quotazione

Expandi

Data fissazione prezzo definitivo

13 luglio 2006

Data di pagamento delle azioni

14 luglio 2006

Data inizio negoziazioni

14 luglio 2006

condividi questo articolo