Analisi
La settimana in breve 11 anni fa - lunedì 21 agosto 2006
Ecco le novità della settimana tra il 14 e il 18 agosto.

Le Borse su entrambe le sponde dell'Atlantico hanno celebrato la pubblicazione di dati economici che confermano il rallentamento dell'economia Usa. L'indice dei prezzi al consumo in rialzo meno del previsto e le statistiche relative al livello dell'attività economica, confermano il rallentamento della locomotiva Usa riducendo, senza però eliminare, i timori di un nuovo aumento dei tassi. Le Borse europee (indice DJ Stoxx 50) e quella Usa (indice S&P 500) sono cresciute rispettivamente dell1,7% e del 2,8%.

Il petrolio ha nuovamente perso un po' terreno, grazie all'arresto delle ostilità in Libano e alla revisione al ribasso delle stime (da parte dell'Opec) sui livelli a cui si assesterà la domanda mondiale nel corso di quest'anno. Il settore è calato del 2,4% in una settimana.

Danone (+2,8%, 106,2 euro) è in cerca di acquisizioni per aumentare la sua esposizione fuori dall'Europa (soprattutto in Asia e Europa dell'Est) e per rafforzarsi nel settore salute. Crescere di dimensioni è un mezzo per scoraggiare chi fosse interessato a prendere il controllo della società attraverso un'Opa ostile. Questa strategia nel tempo potrebbe pesare sulle quotazioni del titolo che ad oggi incorpora attese speculative. Troppo caro. Vendere.

Il banchiere svizzero Ubs (+7,1%, 70,35 franchi svizzeri) ha pubblicato un risultato eccellente per il secondo trimestre. Le attività di banca d'investimento e la raccolta del risparmio fanno ancora scintille. Il semestre in corso potrebbe essere meno brillante del primo. Ma non c'è motivo di preoccuparsi. Ci attendiamo una nuova crescita dei risultati nel 2007. L'azione, nonostante la recente crescita, è a buon mercato e la potete acquistare.

Variazioni dei prezzi tra il 14 e il 18 agosto, in valuta locale. Prezzi al 18 agosto.

condividi questo articolo