Analisi
Volkswagen 12 anni fa - giovedì 17 agosto 2006
Il livello di utili raggiunto da Volkswagen nel secondo trimestre è stato una sorpresa gradita che ha reso un po' più credibili gli obiettivi a lungo termine della società.

Il livello di utili raggiunto da Volkswagen nel secondo trimestre è stato una sorpresa gradita che ha reso un po' più credibili gli obiettivi a lungo termine della società. Dopo il recente rimbalzo delle quotazioni giudichiamo l'azione correttamente valutata. La potete mantenere, ma non acquistatela più.

I risultati del primo trimestre 2006 avevano lasciato un po' di amaro in bocca, ma quelli del secondo trimestre sono nettamente migliori e confermano anche i progressi registrati nella ristrutturazione. Su tutto il periodo considerato, un rialzo dell8% del fatturato si traduce in un salto del 50% degli utili industriali che passano al 4,9% del fatturato, contro l 2,9% del primo trimestre e il 3,5% dello stesso periodo dello scorso anno. Il progresso più netto è stato registrato dal marchio Volkswagen che ha visto la sua redditività migliorare in maniera spettacolare grazie alla diminuzione dei costi e al calo delle perdite negli Usa. Anche se crediamo difficile che questi risultati possano ripetersi nei prossimi trimestri pensiamo che rendano più credibile l'obiettivo di un utile prima delle imposte di 5,1 miliardi di euro per il 2008 (1,7 nel 2005 e 3,5 stimato per il 2006). Nell'attesa resta fondamentale che il management firmi un buon accordo coi sindacati in vista di migliorare la produttività nelle sue fabbriche in Germania. I negoziati, non facili, continuano ad andare avanti. Il management ha indicato che 12.200 operai sui 20.000 previsti da qui a 3 anni, avrebbero già accettato di lasciare la società- Gli ottimi risultati trimestrali ci spingono a rivedere al rialzo le nostre stime di utile per azione per il 2006 da 4,8 a 5,2 euro, nonché le stime per il 2007 (da 6,3 a 7 euro per azione). Tuttavia dopo il recente rialzo il titolo è correttamente valutato e lo potete mantenere.

Prezzo al momento dell'analisi (62,4 euro, 16 agosto 2006)

 

condividi questo articolo