Analisi
Borse svogliate 11 anni fa - lunedì 27 novembre 2006
Con una Wall Street a servizio ridotto per la festività del Ringraziamento, le Borse chiudono la settimana con risultati in moderato calo.

Con una Wall Street a servizio ridotto per la festività del Ringraziamento, le Borse chiudono la settimana con risultati in moderato calo.

Il bilancio finale della settimana registra un risultato pressoché in pareggio per la Borsa di New York (-0,02%) mentre vede le Borse europee chiudere in calo dell’1,06%. In particolar modo sono scese Amsterdam (-1,57%) e Londra (-1,13%) mentre è andata meglio a Milano -0,09%. Si è trattato di una settimana fiacca dal punto di vista degli scambi in cui, in assenza di sorprese dai dati macroeconomici, solo i movimenti all’interno di singole società e specifici settori sono riusciti a ravvivare i listini. Molto bene hanno fatto ai tecnologici (indice Nasdaq in rialzo dello 0,59%) i risultati superiori alle attese dell’americana Dell (+9,2%) e l’annuncio da parte di Apple del lancio del nuovo prodotto iphone che hanno compensato le non esaltanti notizie provenienti dal settore dei semiconduttori, il cui indice ha chiuso la settimana a -1,38%. Il mercato ha invece preso molto male la decisione di uno dei soci di General Motors (-11,7%) di ridurre la partecipazione nella società Usa, così come non sembra aver gradito la prospettiva di una possibile alleanza della stessa con Ford (-4,2%): se a questo aggiungiamo le tensioni alimentate dalle proteste dei lavoratori belgi di Volkswagen (-0,2%), che potrebbero rallentare il piano di ristrutturazione della società tedesca, è comprensibile il calo del settore auto -3,82%. Vero e proprio boom, invece, dei titoli delle materie prime che fanno un balzo del 5,66% per l’acquisto di Phelps Dodge da parte di FreeportMcMoRan che darà vita al primo gruppo mondiale del rame quotato in Borsa, mentre mettono su solo lo 0,38% le utility europee nonostante continuino le manovre di consolidamento nel settore.

condividi questo articolo