Analisi
Il cambio della guardia 11 anni fa - lunedì 13 novembre 2006
Le Borse chiudono in rialzo la settimana delle elezioni di metà legislatura americana.

Le Borse chiudono in rialzo la settimana delle elezioni di metà legislatura americana.

Grazie a un esito elettorale netto, alla pubblicazione di dati trimestrali che continuano a essere mediamente positivi e superiori alle attese di mercato e a una serie di operazioni di fusione e acquisizione in vari settori, la Borsa di New York archivia la settimana guadagnando l’1,22%. Il settore più colpito dal risultato elettorale è quello farmaceutico, che chiude la settimana con un ribasso del 3,15%, per i timori che i rinnovati senato e congresso Usa spingano per una riduzione dei prezzi dei medicinali. Il cambio di guardia getta ombre negative anche sul settore della difesa (+0,73%), avvantaggiato dalle politiche della precedente amministrazione Usa, che si salva però grazie alle importanti commesse conquistate dal colosso Usa Boeing (+7,07%) ai danni di Airbus e Finmeccanica (-0,53%). Gli attesi contraccolpi negativi del risultato elettorale sui titoli petroliferi invece non ci sono stati grazie al robusto rialzo del prezzo del petrolio (+7,15%) sulla scorta di attacchi a impianti in Nigeria e della riduzione oltre le attese delle scorte Usa di benzina e altri combustibili: tutto il settore energetico ha chiuso così la settimana con un guadagno dell’1,65%. Nonostante la sorpresa sul rallentamento dell’economia francese nel terzo trimestre dell’anno, la revisione al rialzo delle stime di crescita dell’economia di tutto il Vecchio continente da parte della Banca centrale europea permette ai listini europei di chiudere la settimana con un rialzo medio dello 0,68%. Milano ha chiuso con un guadagno dell’1,68%. Particolarmente frizzanti proprio sulle Piazze europee i titoli finanziari (+1,01%) e delle utility (+2,76%) interessati da voci su accordi, fusioni e acquisizioni. Brillanti infine i tecnologici (+2,53%) grazie ai risultati boom di Cisco Systems (+12,50%).

condividi questo articolo