Analisi
Vestas Wind Systems 11 anni fa - martedì 28 novembre 2006
Ottimismo eccessivo

Ottimismo eccessivo

Prezzo al momento dell'analisi (28/11/2006): 210 DKK

I risultati trimestrali superano le nostre attese, ma a nostro avviso il management, che ha rialzato nettamente gli obiettivi per il 2007 e il 2008, è un po’ troppo ottimista per il futuro. L’azione resta cara
> Vendere

Nel terzo trimestre Vestas Wind Systems (VWS.CO) – società danese che sviluppa, fabbrica, assembla e provvede alla manutenzione dei sistemi eolici – ha positivamente sorpreso. Nonostante un calo del fatturato del 13%, i margini elevati le hanno permesso di raddoppiare l’utile industriale, e secondo il management, il meglio deve ancora venire. Puntando sullo sviluppo in atto nel settore dell’energia eolica, Vestas anticipa infatti per il prossimo anno una crescita dell’attività di almeno il 20%, nonché un margine industriale (rapporto tra utili industriali e fatturato) compreso tra il 7 e il 9% nel 2007 e tra il 10 e il 12% nel 2008; degli obiettivi che giudichiamo però troppo ambiziosi. Infatti, anche se sulla scia dei buoni risultati trimestrali alziamo le stime sull’utile per azione (da 3,01 a 3,61 corone danesi per il 2006 e da 6,7 a 8,56 corone danesi per il 2007), Vestas ha ancora diversi problemi da risolvere. Basti pensare, da una parte, alle difficoltà di approvvigionamento che continua ad accusare con i fornitori e, dall’altra, al fatto che le sono state mosse due cause giudiziarie per violazione di brevetti (in fatto di protezione delle pale contro i fulmini).

condividi questo articolo