Analisi
Italcementi 11 anni fa - lunedì 5 febbraio 2007
Il settore non smette di crescere

Il settore non smette di crescere

Prezzo al momento dell'analisi (02/02/07): 23,17 EUR

Il mercato immobiliare rallenta pian piano, ma il bisogno di materiali da costruzione pare non subire contraccolpi. Stimiamo un utile per azione di 2,54 euro per il 2007 e di 2,72 nel 2008. Titolo caro.
>Vendere

L’inverno anomalo e le temperature insolitamente elevate hanno favorito Italcementi, aumentando le vendite in maniera superiore a ogni previsione. La stagione fredda, che di solito porta a una flessione delle vendite, quest’anno ha fatto eccezione. In Nord America, dove il freddo pare essersi fatto sentire, la crescita dei ricavi si è fermata a +10,4% rispetto all’intero 2005, mentre nelle altre zone la crescita è superiore. La vendita di cemento e clinker, che costituisce il 64% del mercato di Italcementi, è cresciuta nel 2006 del 13,6% rispetto al 2005 (+4,1% a parità di società incluse nel gruppo), con risultati migliori in Asia (+19,4%) e nei Paesi del bacino Mediterraneo (+31,7%). Positivo anche l’apporto delle vendite nell’Unione europea (+4,2%). In diminuzione soltanto il Nord America (-1,3% nel 2006 rispetto all’intero 2005). È sempre il bacino Mediterraneo che guida le vendite anche nel comparto degli inerti (+24,2% nel 2006 rispetto al 2005) e del calcestruzzo (+12,9% nello stesso periodo). I discreti risultati ottenuti dal gruppo pressoché in ogni comparto hanno portato a ottenere ricavi complessivi in crescita del 17,1% rispetto al 2005.

condividi questo articolo