Analisi
Una nuova cassetta degli attrezzi 10 anni fa - martedì 27 febbraio 2007
Il nostro Supplemento tecnico cambia veste, e si arricchisce anche nei contenuti.

Il "Supplemento tecnico" –  la nostra pubblicazione che vi fornisce tutti i dati più importanti delle società della nostra selezione  – non è solo utile per approfondire la situazione delle società della nostra selezione, ma fornisce anche gli elementi “di base” per valutare tutte le altre azioni. Potete trovare il nuovo Supplemento tecnico al link http://www.altroconsumo.it/finanza/map/show/2596.htm).

Il kit di base per il fai da te

· Diverse volte, in passato, vi abbiamo parlato della metodologia da noi utilizzata per valutare le azioni (chi volesse saperne di più può consultare la sezione Dichiarazione di responsabilità – Come valutiamo le azioni? al seguente link http://www.altroconsumo.it/finanza/map/show/694010/src/4795913.htm). Una metodologia che abbiamo cercato di rendere il più accurata possibile, e che proprio per questo motivo tiene in considerazione una numerosa serie di elementi. Il che, purtroppo, rende piuttosto disagevole l’applicazione dello stesso metodo ad esempio per società che non fanno parte della nostra selezione.

· Tuttavia, per avere un’idea almeno approssimativa della convenienza o meno di un’azione, si possono utilizzare alcuni indicatori “di base”, in particolare il rapporto tra il prezzo del titolo e alcuni elementi di bilancio (utile, flussi di cassa, valore contabile....). Più questi rapporti (chiamati multipli) sono alti, più il titolo analizzato è caro. Non esistono tuttavia valori ideali, occorre confrontare i multipli della società con quelli medi del mercato o, meglio, del settore di appartenenza. Il Supplemento tecnico può essere utile in questo senso, fornendovi in un colpo solo tutti questi dati; per renderlo ancora più fruibile, nella nuova veste grafica abbiamo raggruppato i titoli per settore come nelle tabelle che trovate alle pagine 7-10 di Soldi Sette.

· A questo punto, avendo sotto mano i dati del mercato e dei vari settori, vi basta confrontarli con quelli della società che avete deciso di valutare: per impratichirvi potete ad esempio provare con la matricola di Borsa, Biancamano (che comunque abbiamo già valutato per voi, vedi oltre).

Le principali novità

· Il mercato guarda sempre in avanti, e per la valutazione di una società contano molto più le prospettive future rispetto ai risultati passati.

· Nel nuovo Supplemento tecnico continuerete a trovare i valori aziendali (dividendo, utile, flussi di cassa, valore contabile) relativi all’esercizio dell'anno passato e a quello in corso, ma troverete anche le nostre stime per l’esercizio futuro.

· Abbiamo poi arricchito il Supplemento tecnico con altre informazioni che permettono di avere una “fotografia” più precisa della situazione della società: ad esempio il rapporto tra utile industriale e fatturato (per valutare la redditività dell’attività tipica), il ROE (per valutare la redditività complessiva), il rapporto tra debiti e capitale (per valutare la situazione finanziaria).

· La “fotografia”, poi, non può essere completa se non si considera anche il contesto di mercato: troverete quindi indicazioni relative alle dimensioni della società (capitalizzazione), al suo rendimento di Borsa negli ultimi mesi e negli ultimi anni, agli alti e bassi del prezzo di Borsa sia valutati a sé stante (prezzo minimo e massimo dell’ultimo anno, volatilità mensile) sia valutati in relazione al mercato (coefficiente beta).

· Anche la sezione relativa ai nostri criteri di valutazione è stata arricchita: vi troverete, ad esempio, l’indicazione del grado di rischio da noi attribuito al titolo, oppure il nostro giudizio sulla corporate governance (le regole di governo societario), un elemento che negli ultimi anni ha assunto sempre maggior importanza (torneremo a parlarvene nelle prossime settimane).

· Infine, abbiamo dedicato un’attenzione particolare alle società del settore finanziario, che per il tipo di attività svolta e per le particolarità del loro bilancio possono essere valutate anche con indicatori diversi da quelli utilizzati per le società industriali. Per questo motivo, abbiamo riportato nel nuovo Supplemento tecnico delle informazioni aggiuntive: per le banche, ad esempio, troverete indicata la solvibilità (la capacità di far fronte ai rischi assunti, un parametro utilizzato anche da Banca d’Italia per monitorare lo “stato di salute” delle banche) oppure il rapporto tra costi e ricavi, mentre per le assicurazioni del ramo danni potrete trovare il rapporto tra i costi sostenuti per l’attività e il totale delle somme incassate (il cosiddetto combined ratio, uno degli indicatori guardati con maggior attenzione dal mercato).

PER CHI ANCORA NON LO CONOSCE...

Se volete conoscere il nostro Supplemento tecnico un po’ più a fondo, potete contattarci al nostro ufficio abbonamenti, tel. 02/6961520. Vi verrà offerta la possibilità di abbonarvi, ma non preoccupatevi: potete ricevere 4 numeri gratis. Se non vi piace ci chiamate e disdite l'abbonamento: non vi verrà addebitato nulla.

 

condividi questo articolo