Analisi
Valeo 11 anni fa - venerdì 16 febbraio 2007
In attesa del 2008

In attesa del 2008

Prezzo al momento dell'analisi (15/02/2007): 37,50 euro

I risultati del quarto trimestre di Valeo non ci spingono a modificare sostanzialmente la nostra opinione sul titolo che, ai prezzi attuali, continuiamo a giudicare correttamente valutato.
> Mantenere

Valeo si difende bene in un settore, quello dei componenti per auto, in crisi da due anni. Nel 2006 l’utile per azione è sceso del 20% a 1,62 euro secondo i nostri calcoli e il margine industriale (rapporto tra utili industriali e fatturato) a 2,7% dal 3,3% del 2005. Il management si mostra però più fiducioso delle attese per l’anno in corso. Certo il primo semestre resterà difficile vista la fiacca produzione automobilistica in Europa (69% dell’attività), ma la ripresa nel secondo semestre (trainata dalla Francia) – prima di una netta crescita nel 2008 – dovrebbe sostenere la redditività del gruppo. Altro segnale incoraggiante è che a fine 2006 gli ordini di Valeo rappresentavano 1,3 volte il fatturato contro l’1,1 del 2005. Inoltre, grazie al calo del debito nel 2006, il gruppo ha più risorse per l’espansione internazionale, che resta al centro della strategia. Valeo sta così trattando con Ford l’acquisizione di una fabbrica di sistemi di climatizzazione e di radiatori. Infine, l’entrata all’inizio del 2007 di un fondo molto dinamico nel suo capitale dovrebbe spingere il gruppo a essere più intraprendente. Manteniamo a 2 euro le stime sull’utile per azione 2007, ma le alziamo da 2,5 a 2,6 euro per il 2008.

condividi questo articolo