Analisi
Canada fai da te 10 anni fa - lunedì 5 marzo 2007
Dite di investire sulla Borsa di Toronto, ma il fondo che indicate non sembra dei migliori e l’Etf non è armonizzato: non potete consigliare qualche titolo?

· Noi seguiamo l’andamento dell’economia canadese, calcoliamo la convenienza della sua valuta e analizziamo le opportunità offerte da quel mercato obbligazionario e azionario nel suo complesso, ma nella nostra selezione di titoli non abbiamo azioni quotate a Toronto e quindi non riusciamo a esaudire la sua richiesta.

· Possiamo provare a aiutarla suggerendole un metodo per catturare l’andamento della Borsa canadese che viene utilizzato da alcuni gestori di fondi: l’indicizzazione. Si tratta di prendere l’indice di riferimento della Borsa in questione e costruire un portafoglio che lo replichi.

 

Fai da te con foglie d’acero

· L’indice S&P TSX 60 è una buona sintesi della Borsa canadese: i suoi titoli rappresentano il 73% della capitalizzazione complessiva di Toronto e la sua composizione settoriale riflette quella di tutto il mercato.

· Il miglior modo per replicarne l’andamento sarebbe quello di acquistare tutti e 60 i titoli nelle esatte proporzioni dell’indice e poi continuare a seguire costantemente le oscillazioni di pesi e titoli di quest’ultimo: attività però non semplicissima e con un cero costo. È di fatto quello che fa l’Etf iShares Msci Canada index quotato a New York che però, non essendo armonizzato, risultare penalizzante da un punto di vista fiscale – ad esempio va dichiarato nell’Unico.

· Vi sono altri metodi per semplificare la costruzione del fai da te: ad esempio costruire un portafoglio con un titolo per ognuno dei settori dell’indice e nelle quantità tali da rispettare il loro peso all’interno dell’indice stesso.

· Un altro, ancora più semplice, è di prendere i primi 5 titoli per capitalizzazione del mercato (prezzo dell’azione X numero di azioni) e investire la stessa cifra in ciascun titolo, mantenendo poi il portafoglio così costruito, senza nessun altro aggiustamento, per il periodo scelto.

· Abbiamo messo alla prova un portafoglio fai-da-te così costruito per il mercato canadese per un periodo di 5 anni (dal gennaio 2002 al gennaio 2007) confrontandolo con l’andamento dell’indice TSX 60 e spezzettando le osservazioni in sottoperiodi di ampiezza via via crescente (5 mesi, 6 mesi, 7 mesi…) per rendere l’analisi indipendente dal momento d’inizio e fine delle osservazioni.

 

Soluzione semplice, ma rischiosa

Il risultato è interessante: pur con un fai da te molto rozzo, ma relativamente poco costoso come questo, si riesce a seguire al 96,8% l’andamento dell’indice di mercato.

· Attenzione però che vi sono dei rischi. Ben 4 dei 5 titoli considerati (Royal Bank of Canada, 54,86 Cad; Manulife Financial Corporation, 39,24 Cad; Bank of Nova Scotia, 50,13 Cad; Toronto-Dominion Bank, 69,45 Cad) fanno tutti parte del settore finanziario mentre solo EnCana Corporation (55,26 Cad) fa parte di quello energetico: oltre al rischio di incappare, con pochi titoli, in una Parmalat o in un’Enron, in questo caso specifico vi esponete anche eccessivamente all’andamento di uno specifico settore.

· Inoltre è probabile che per periodi d’investimento brevi il vostro portafoglio fai da te possa farvi registrare valori molto diversi da quelli del mercato di riferimento. Non dimenticate che l’analisi si riferisce a dati storici: nessuno garantisce che un portafoglio così costruito sia in grado di seguire l’andamento dell’indice di Borsa anche in futuro.

· Occhio infine che il fai da te su importi limitati può essere particolarmente costoso (si veda l’articolo Fondi, Etf, “fai da te”: sfida a Piazza Affari su Fondi Comuni n° 125) e non permette di battere il rendimento offerto dai fondi. Ubs Lux Ef Canada, di cui vi abbiamo già parlato su Soldi Sette n° 727, è uno dei migliori per puntare sulla Borsa di Toronto, con tutti i suoi limiti non sarà facile batterlo!

TRA ALTI E BASSI...UNA BUONA CORRELAZIONE

Nel grafico è riportato l’andamento di un portafoglio fai da te (grassetto) costruito pensando di investire oggi 20.000 euro nei primi 5 titoli per capitalizzazione della Borsa di Toronto. Nonostante le oscillazioni nel breve periodo, il fai da te è in media riuscito a stare dietro all’indice di Borsa (sottile).

condividi questo articolo