Analisi
Siemens 10 anni fa - venerdì 9 marzo 2007
Strategia convincente

Strategia convincente

Prezzo al momento dell'analisi (08/03/2007): 80,18 euro

La ristrutturazione va nel senso giusto e, nonostante gli scandali legati a possibili casi di corruzione, la situazione non è allarmante. Secondo noi però il titolo, caro, sovrastima l’atteso miglioramento dei risultati.
> Vendere

Siemens (SIEGn.DE) sta per cogliere i frutti di due anni di ristrutturazioni e di rifocalizzazione sulle attività più promettenti. Nel primo trimestre (l’esercizio termina il 30/9/2007) il risultato industriale è salito del 51% e gli ordinativi dell’8% (a parità di società incluse nel gruppo). Siemens sta infatti per centrare, e in certi casi superare, quasi tutti gli obiettivi di redditività fissati due anni fa per ciascuna attività. Ad aprile il management annuncerà i nuovi obiettivi e noi ci aspettiamo che continui una gestione dinamica del portafoglio di attività. Quest’anno, oltre alla recente acquisizione di un editore di software per il settore industriale, Siemens quoterà in Borsa l’attività componenti per auto. In breve, tutto andrebbe a gonfie vele se non fosse per una serie di scandali che hanno coinvolto il gruppo a fine 2006 (multa per cartello, indagini su casi di corruzione, frodi fiscali). Per il momento l’esito delle indagini è incerto e anche se è poco probabile che il gruppo abbia organizzato frodi su larga scala, non si può escludere completamente quest’eventualità. Stimiamo un utile corrente per azione di 5,06 euro nel 2007 e 5,46 euro per il 2008.

condividi questo articolo