Analisi
La stagione delle trimestrali 10 anni fa - lunedì 23 aprile 2007
Diverse società Usa hanno pubblicato in settimana i risultati relativi al primo trimestre 2007: le Borse hanno nel complesso gradito e archiviato altri rialzi.

Diverse società Usa hanno pubblicato in settimana i risultati relativi al primo trimestre 2007: le Borse hanno nel complesso gradito e archiviato altri rialzi.

Entra nel vivo la stagione delle trimestrali: sono state soprattutto le società Usa a pubblicare i risultati relativi ai primi tre mesi del 2007. I dati erano particolarmente attesi per cercare di capire meglio lo stato di salute dell’economia americana e finora, nonostante qualche delusione, nel complesso si sono dimostrati positivi: New York ha chiuso la settimana con un rialzo dell’2,2%. Stesso guadagno, in media, anche per le Borse europee: tra le migliori Amsterdam (+2,4%), trainata dai rialzi di Abn Amro (+7,9%) che ha annunciato di aver raggiunto un accordo di fusione con Barclays Bank (+0,9%), mentre ha chiuso sotto la media Milano (+1,2%). Settimana sotto i riflettori sia per il settore farmaceutico (+2%) grazie ai risultati superiori alle attese di colossi Usa come Schering-Ploug (+9,9%) e Johnson & Johnson (+4,4%), sia per il settore biotecnologico (+2,4%), vivacizzato, da un lato, dalle operazioni di fusione e acquisizione (la società farmaceutica AstraZeneca, +4,7% ha trovato l’accordo per acquistare la statunitense MedImmune) e, dall’altro, dagli ottimi risultati delle americane Gilead e Amgen (+5%). Il rialzo delle stime per il 2007 da parte di Intel (+8,3%) ha fatto bene a tutto il settore dei semiconduttori (+1,4%), mentre, tra i titoli legati a internet (-1,7%), sono da segnalare i risultati superiori alle attese di Google che hanno bilanciato i deludenti conti di Yahoo!.

condividi questo articolo