Analisi
Pasqua felice 10 anni fa - venerdì 6 aprile 2007
Settimana corta per le Borse occidentali (chiuse venerdì) che festeggiano la Pasqua con un recupero delle perdite accumulate nei sette giorni precedenti.

Settimana corta per le Borse occidentali (chiuse venerdì) che festeggiano la Pasqua con un recupero delle perdite accumulate nei sette giorni precedenti.

A inizio settimana è stato il dato superiore alle attese sulle vendite di abitazioni già esistenti negli Usa a spingere all’insù i listini. Sempre più sensibili alle notizie relative al settore immobiliare americano, nel dato i mercati hanno voluto leggere un indizio a favore dello scenario d’atterraggio morbido – rallentamento della crescita, ma non recessione – dell’economia Usa. Una convinzione che è stata rafforzata anche dagli altri dati macroeconomici, seppur meno brillanti delle attese, rilasciati sul finire della settimana. Sia la Borsa di New York (+1,6%), sia le Borse europee (+1,5% in media) hanno così archiviato dei guadagni che hanno più che compensato le perdite della settimana precedente. Molto bene anche Milano che ha messo a segno un rialzo dell’1,7%. Tra i settori in maggior fermento quello delle utility europee (+2,5%): l’accordo tra Enel (+3,6%), Acciona (+5,5%) e E.On (+7,7%) ha messo fine alla guerra per il controllo dell’iberica Endesa (-1%), ma ha anche ravvivato le attese per ulteriori operazioni di fusione e acquisizione tra le società del settore. Positivo anche il settore telecom (+1,2%) dove per tutta la settimana si sono rincorse le voci su possibili offerte per il controllo di Telecom Italia (+12,7%) sia da parte di concorrenti esteri sia da parte di società italiane (Mediaset, +1%). Il possibile rientro di Air France (+6,7%) nella corsa per la conquista di Alitalia (+8%) e il calo del prezzo del petrolio (-0,6%) hanno poi vivacizzato anche il settore del trasporto aereo europeo (+4,3%). Infine, da segnalare il debutto a Piazza Affari di due nuove matricole: rispetto al prezzo di collocamento il bilancio finale è positivo per Aicon (+12,4%), negativo per Servizi Italia (-5,9%).

condividi questo articolo