Analisi
InBev 11 anni fa - venerdì 11 maggio 2007
Risultati superiori alle attese

Risultati superiori alle attese

Prezzo al momento dell'analisi (10/05/2007): 58,14 euro

L’anno è iniziato bene per InBev. Alziamo quindi le stime sull’utile per azione da 2,60 a 2,65 euro per il 2007 e da 2,90 a 3 euro per il 2008. Negli ultimi mesi il titolo, che è caro, aveva però già anticipato le buone notizie.
> Vendere

Nel primo trimestre InBev (INTB.BR) ci ha favorevolmente sorpreso con una crescita del fatturato del 9% e dell’utile per azione del 44%. Il gruppo ha beneficiato delle vendite migliori del previsto in America Latina (+11,4% in volume) e nell’Est europeo (+22,7%) ed è riuscito a realizzare importanti riduzioni di costi, adottando, ad esempio, più rigore nei conti nei nuovi mercati (Europa dell’Est e Corea del Sud). Le vendite in crescita e i costi sotto controllo, traducendosi in una forte crescita della redditività, hanno fatto lievitare l’utile per azione. Dubitiamo però che InBev continui a mettere a segno anche nel resto dell’anno un tale ritmo di crescita, anche se dovrebbe continuare a far meglio del settore. La situazione del gruppo resta infatti difficile in Europa occidentale (-1% l’attività) e in Nord America (-2,3%) e i costi delle materie prime tendono a crescere. Stanno infine svanendo le voci di un avvicinamento con l’americana Anheuser-Busch. Un dato che non ci sorprende: la fusione con Ambev risale infatti ad appena tre anni fa ed è quindi troppo presto per una nuova operazione di grosso calibro, anche se non si possono escludere mirate acquisizioni nei Paesi emergenti.

condividi questo articolo