Analisi
Rio Tinto 11 anni fa - venerdì 11 maggio 2007
Al centro di speculazioni

Al centro di speculazioni

Prezzo al momento dell'analisi (10/05/2007): 3539 pence

I cambiamenti al vertice e le abbondanti liquidità alimentano le speculazioni sul futuro del gruppo. Agli attuali livelli di prezzo vi consigliamo però di non speculare su quest’azione correttamente valutata.
> Mantenere

Le recenti salite dei prezzi del rame, dell’oro a anche dello zinco – combinate al buon livello della produzione nel primo trimestre – consentiranno a Rio Tinto (RIO.L) di mettere a segno anche nel 2007 una crescita dei risultati. Il gruppo potrà infatti approfittare delle sue posizioni di forza nel minerale di ferro (30% degli utili) e nel rame (48%) per realizzare dei buoni profitti, che andranno ad aumentare le liquidità già accumulate negli ultimi anni. Ovviamente Rio Tinto, con le sue posizioni dominanti nelle materie prime e la buona redditività delle sue attività principali, attira i predatori. Si parla, ad esempio, di una possibile offerta da parte del concorrente BHP o anche dell’interesse di alcuni fondi di investimento. Per il momento però Rio Tinto non sembra disposta a farsi acquisire; anzi, potrebbe addirittura decidere di investire la liquidità nelle acquisizioni scartate dal management precedente. I nuovi vertici potrebbero infatti voler migliorare i propri risultati adottando una politica di crescita più aggressiva. Non per nulla, secondo alcune voci, Rio Tinto starebbe preparando un’offerta sulla canadese Alcan (alluminio) per contrastare quella dell’americana Alcoa.

condividi questo articolo