Analisi
Autonomy Corporation 10 anni fa - lunedì 11 giugno 2007
Si separa dalla divisione “privati”

Si separa dalla divisione “privati”

Prezzo al momento dell'analisi (08/06/2007): 704 pence

Lo scorporo della divisione “privati” (meno redditizia) dovrebbe far aumentare la redditività del gruppo nei prossimi anni. Il recente aumento di capitale ci spinge però a abbassare le nostre stime sugli utili. Azione cara.
> Vendere

Come già annunciato, l’editore britannico di software Autonomy Corporation (AUTN.L) si è appena sganciato dalla maggior parte della divisione “privati”, ribattezzata Blinkx, di cui resterà azionista solo per circa il 10%. La scissione è stata effettuata attraverso la quotazione in Borsa con un’offerta riservata agli investitori istituzionali, al prezzo di 45 pence per azione. Ogni azionista di Autonomy Corporation ha comunque ricevuto un’azione Blinkx ogni azione Autonomy detenuta al 21 maggio 2007. A chi avesse ricevuto le azioni Blinkx consigliamo di venderle. La nuova società realizzerà infatti un fatturato annuo molto limitato (pari ad appena 3,5 milioni di dollari) e non dovrebbe diventare redditizia prima del 2010. Autonomy ha inoltre comunicato di aver realizzato un piccolo aumento di capitale (pari a 100 milioni di dollari) riservato ad alcuni investitori privati. Il management è però rimasto evasivo sull’utilizzo di questi nuovi fondi. Una mancanza di visibilità che ci spinge a ridurre leggermente le nostre stime sull’utile per azione di Autonomy, portandole da 15,96 a 15,56 pence per il 2007 e da 19,20 a 18,91 pence per il 2008.

condividi questo articolo