Analisi
Zapf Creation 10 anni fa - venerdì 1 giugno 2007
Vendite trimestrali deludenti

Vendite trimestrali deludenti

Prezzo al momento dell'analisi (31/05/2007): 7,25 euro

Il mercato delle bambole tradizionali resta in calo e nel primo trimestre le vendite di Zapf sono state deludenti. Riduciamo quindi le stime sull’utile per azione a 0,37 euro per il 2007 e 0,58 euro per il 2008. Titolo caro.
> Vendere

Nel primo trimestre le vendite di Zapf (ZPFG.DE) sono continuate a crollare (-11,75%) a causa di alcuni cambiamenti nelle gamme di bambole, ma soprattutto di una domanda fiacca. La ristrutturazione, che continua dal marzo 2005, ha permesso al gruppo di mantenere la perdita industriale allo stesso livello del primo trimestre 2006 (-0,40 euro per azione), ma le perdite subìte dal 2004 in poi ne hanno danneggiato le finanze. Ultimamente Zapf ha ottenuto una proroga di due mesi sul finanziamento che gli permette di continuare l’attività, ma entro fine giugno dovrà trovare altri finanziamenti e il management prevede anche un altro aumento di capitale. Noi ci aspettiamo comunque che finalmente quest’anno Zapf torni a generare utili. I nuovi prodotti sono stati infatti ben accolti al salone del giocattolo a Norimberga, mentre gli sforzi di ristrutturazione e la collaborazione con l’americana MGA (proprietaria del marchio Bratz, grande concorrente di Barbie) dovrebbero permettergli di ridurre nettamente i costi operativi. Il mercato delle bambole tradizionali dovrebbe però restare difficile nei prossimi anni visti i cambiamenti nei gusti dei consumatori, più propensi a bambole modelle e giochi elettronici.

condividi questo articolo