Analisi
Mobistar 11 anni fa - lunedì 23 luglio 2007
Il gruppo resiste bene

Il gruppo resiste bene

Prezzo al momento dell'analisi (20/07/2007): 60,74 euro

Nonostante le difficili condizioni del suo mercato, Mobistar se la cava bene. L’operatore belga continua infatti a avere abbondante liquidità in cassa ed è generoso con gli azionisti. L’azione resta correttamente valutata.
> Mantenere

Nel primo semestre il fatturato della belga Mobistar (MSTAR.BR) è diminuito dell’1,4% in seguito al calo delle tariffe sia nel roaming (chiamate dall’estero) sia nelle chiamate con altri operatori. L’utile è comunque cresciuto del 2% a 2,38 euro per azione, grazie a uno stretto controllo dei costi e soprattutto a minori accantonamenti. Gli affari vanno comunque piuttosto bene. Nel primo semestre Mobistar è stato l’unico operatore belga che è riuscito a strappare ai concorrenti più clienti di quanti ne abbia persi (88.000 in più dalla fine del 2006, +2,8%), anche se, come previsto, le entrate medie mensili per cliente sono diminuite. Per mantenere la crescita, Mobistar ha acquisito a maggio Voxmobile, il più piccolo dei tre operatori lussemburghesi, nato a maggio 2004, con poco meno di 100.000 clienti e una quota di mercato del 20%, ma ancora in perdita nel 2006. In un primo tempo quest’operazione avrà un impatto negativo, ma comunque limitato, sui risultati di Mobistar. Per l’intero 2007 il management conferma che si attende un calo, sia degli utili sia del fatturato, compreso tra il 2 e il 4%. Noi stimiamo un utile per azione di 4,60 euro nel 2007 e di 4,65 euro nel 2008.

condividi questo articolo