Analisi
Peugeot 11 anni fa - giovedì 26 luglio 2007
Ben accolti i nuovi modelli

Ben accolti i nuovi modelli

Prezzo al momento dell'analisi (25/07/2007): 61,70 euro

I risultati semestrali superiori alle nostre attese ci spingono ad alzare le stime sull’utile per azione da 3,7 a 4,2 euro per il 2007 e da 5,1 a 5,9 euro per il 2008. L’azione resta tuttavia correttamente valutata.
> Mantenere

Dopo diversi semestri di calo della redditività, i buoni risultati commerciali dei nuovi modelli (Peugeot 207, Citroën C4 Picasso) hanno fatto rialzare la testa a Peugeot (PEUP.PA). Nel primo semestre il fatturato nel ramo auto è infatti aumentato del 5,1%, mentre gli utili industriali sono cresciuti del 76% (nel primo semestre 2006 erano stati però molto bassi). Anche gli sforzi per ridurre i costi hanno dato buoni frutti, mentre gli oneri per la ristrutturazione si sono rivelati inferiori alle nostre attese. La redditività globale resta però molto debole, anche se dei benefici di imposta straordinari hanno fatto guadagnare il 65% all’utile per azione (2,1 euro). Il management si mostra prudente per il semestre in corso; noi pensiamo comunque che l’attuale dinamismo commerciale (soprattutto grazie al lancio della Peugeot 308) permetterà al gruppo di superare i suoi obiettivi, sempre che i prezzi delle materie prime non si impennino. Dal 2008, infine, il piano di rilancio Cap 2010 – i cui dettagli a livello strategico e i cui obiettivi in termini di cifre saranno comunicati all’inizio di settembre – dovrebbe contribuire a migliorare i risultati.

condividi questo articolo