Analisi
UCB 10 anni fa - venerdì 27 luglio 2007
Integrazione di Schwarz Pharma

Integrazione di Schwarz Pharma

Prezzo al momento dell'analisi (26/07/2007): 39,50 euro

Nonostante un buon primo semestre, i previsti lanci di nuovi medicinali dovrebbero mettere sotto pressione il risultato industriale a breve e medio termine. Ai prezzi attuali l’azione resta cara.
> Vendere

Superiori alle attese i risultati semestrali di UCB (UCBBt;BR), con un utile industriale (senza elementi straordinari, fra cui soprattutto i costi legati all’acquisizione di Schwarz Pharma) in crescita del 14%. Il gruppo ha beneficiato dei tagli ai costi, dei primi effetti delle sinergie legate all’acquisizione di Schwarz Pharma, e di una crescita del fatturato (+3%) trainata non solo dal Keppra (contro l’epilessia; +44% senza effetti di cambio) e dallo Xyzal (contro le allergie; +20%), ma anche dal successo del Neupro (cerotto contro il morbo di Parkinson). Il management ha inoltre alzato da 300 a 380 milioni di euro le stime sulle sinergie attese da qui a 3 anni, che per un terzo dovrebbero venir realizzate già nel 2007. Il secondo trimestre dovrebbe essere però più difficile, anche per le spese legate al futuro lancio del Neupro e dello Xyzal negli Usa. Manteniamo quindi invariate le stime sull’utile per azione (senza elementi straordinari) a 1,80 euro per il 2007 e a 1,85 euro per il 2008. Le vendite del Xyzal dovrebbero intensificarsi (lancio negli Usa in autunno), tuttavia le autorità americane hanno richiesto altri dati prima di pronunciarsi sul Cimzia (contro il morbo di Crohn).

condividi questo articolo