Analisi
General Motors 10 anni fa - mercoledì 8 agosto 2007
Per chi ama il rischio

General Motors (07 agosto 2007)

Per chi ama il rischio 2^ trimestre al di sopra delle attese per GM che trae beneficio dalla ristrutturazione in corso. Il miglioramento della redditività è legato alle trattative con i sindacati. Acquisto consigliato solo a chi ama il rischio.

Con un utile per azione, da noi previsto a 2,48 dollari (+20%), General Motors (GM) mette a segno il secondo trimestre consecutivo di crescita, dopo un inizio d’anno un po’ rallentato. Per la prima volta, tutti i mercati su cui GM è presente hanno visto i risultati migliorare nettamente. Negli Stati Uniti, mercato su cui sono concentrati i maggiori sforzi di ristrutturazione, il gruppo registra un leggero utile. La caduta del 7,7% dei volumi di vendita è più che compensata dall’abbassamento dei costi di produzione e dal maggior peso dei veicoli dalla redditività elevata. Questa pesante diminuzione delle vendite, che prosegue da tempo (-18% nel solo mese di luglio) testimonia le continue difficoltà sul fronte delle vendite, in un ambiente economico difficile. La diminuzione dei costi negli USA resta quindi di primaria importanza. Al riguardo, stanno iniziando le trattative tra GM e i sindacati e si baseranno sulla riduzione dei costi per la pensione, dei salari e delle coperture malattia. Per il 2007 e 2008, prevediamo un utile per azione di 4 dollari (prima erano 3) e di 4,5 (precedentemente 3,5) a condizione che GM inizi una politica di prezzi, senza far ricorso a massicci sconti.

Prezzo al momento dell’analisi: 32,45 dollari.

General Motors è il primo costruttore di automobili al mondo. Produce i marchi Opel, Saab, Cadillac, Chevrolet etc.. e realizza il 56% del suo fatturato in America del Nord.  

condividi questo articolo