Analisi
Pearson 11 anni fa - venerdì 3 agosto 2007
Prosegue la corsa. La redditività del primo semestre è fortemente cresciuta e il titolo è a buon mercato. ACQUISTATE.

Prezzo al momento dell’analisi: 797,00 pence.

Prosegue la corsa   La redditività del primo semestre è fortemente cresciuta e il titolo è a buon mercato. ACQUISTATE.

Considerato il carattere stagionale della sua attività (editoria scolastica), tradizionalmente Pearson mette a segno risultati più deboli nel 1^ semestre rispetto al secondo. In ogni caso, il 1^ semestre dà l’idea di come si svilupperà il complesso dell’annata. Nei primi sei mesi dell’anno il fatturato è cresciuto solo del 3%, a causa della debolezza del dollaro (2/3 delle vendite sono realizzate negli Stati Uniti), ma il margine operativo mette a segno una crescita spettacolare, di quasi il 40%. Il polo educazione ha chiuso in attivo, dopo tre anni di deficit. La sorpresa più grande viene dall’attività finanziaria. Il Financial Times, in particolare, ha visto crescere i suoi abbonamenti del 12% (sia nella versione cartacea che on-line). Forte di questi risultati, il gruppo ha alzato le previsioni sui risultati 2007. Noi preferiamo non rivederle, perché siamo convinti che il secondo semestre sarà ancora penalizzato dalla debolezza del biglietto verde oltre che dall’aumento dei costi finanziari (debiti per finanziare l’acquisizione di Harcourt e eCollege). Confermiamo quindi le nostre previsioni su un utile per azione di 46.30 pence nel 2007 e 50,80 per il 2008.

Il gruppo britannico Pearson è il numero uno mondiale dell’éditoria scolastica. Inoltre è proprietario di Penguin (libri a grande diffusione) e di molti giornali a carattere economico-finanziario (The Financial Times, Les Echos,…).  

condividi questo articolo