Analisi
General Motors 10 anni fa - lunedì 17 settembre 2007
Ulteriore elemento di rischio

Ulteriore elemento di rischio

Prezzo al momento dell'analisi (14/09/07): 34,22 USD

Le tensioni nel settore finanziario potrebbero ripercuotersi sui consumi e trasformarsi in minori acquisti di auto. Per tener conto della maggior rischiosità riduciamo le stime sugli utili, ma il titolo resta conveniente.
>Acquistare

General Motors (GM.N) ha rivisto al ribasso la produzione per il semestre in corso: si teme che le tensioni finanziarie innescate dalla crisi immobiliare Usa possano ripercuotersi sui consumi delle famiglie e tramutarsi, quindi, in minori vendite. Anche noi abbassiamo quindi prudenzialmente le stime sull’utile per azione del gruppo da 4 a 3,5 dollari per il 2007 e da 4,5 a 3,7 dollari per il 2008. Non possiamo infatti escludere che GM, dopo aver realizzato un piccolo utile nel secondo trimestre, subisca nei trimestri a venire delle nuove perdite sul mercato americano. Ciò nonostante, per quanto molto rischiosa, l’azione resta conveniente e quindi non modifichiamo il nostro consiglio d’acquisto. Secondo il management, inoltre, le negoziazioni in corso con i sindacati (in merito alle riduzioni dei costi per le pensioni, per i salari e per la copertura sanitaria dei dipendenti) dovrebbero permettere al gruppo di ridurre lo scarto di redditività rispetto ai concorrenti asiatici. Infine, gli ultimi buoni risultati del gruppo al di fuori degli Usa rassicurano sulla bontà della strategia di risanamento, anche se per il momento il loro impatto sui risultati complessivi resta ancora limitato.

condividi questo articolo