Analisi
Novartis 10 anni fa - lunedì 17 settembre 2007
Buone prospettive a lungo termine

Buone prospettive a lungo termine

Prezzo al momento dell'analisi (14/09/07): 64,75 CHF

Novartis attraversa un momento difficile, ma grazie all’ampio portafoglio di farmaci in sviluppo conta di rimettersi presto su un cammino di crescita. L’azione è correttamente valutata.
>Mantenere

Novartis (NOVN.VX) potrebbe presto lanciare un altro piano d’acquisto di azioni proprie da affiancare a quello (pari a circa il 3% del capitale) che si concluderà entro febbraio 2008. Si tratta di un modo per ricompensare gli azionisti che nel breve periodo potrebbero assistere a risultati deboli da parte della società. Il gruppo si aspetta infatti che le vendite restino sotto pressione fino al primo semestre 2008, a causa soprattutto del ritiro dello Zelnorm e della concorrenza dei generici sul Lamisil, sul Lotrel e sul Trileptal. A partire dal secondo semestre 2008, e almeno fino al 2010, le attività farmaceutiche (60% dei ricavi nel primo semestre) dovrebbero però ritrovare una forte crescita (grazie al lancio nei mesi precedenti di dieci farmaci), a patto che non sorgano ostacoli come quelli incontrati quest’anno con il Galvus (rimandata l’autorizzazione negli Usa) e il Prexige (scarse probabilità di omologazione negli Usa dopo il ritiro in Australia). A più lungo termine il gruppo potrà poi contare su un ricco portafoglio di molecole in fase avanzata di sviluppo (4-6 lanci previsti nel 2009 e 2010). Manteniamo le stime sull’utile per azione a 4,10 franchi per il 2007 e a 4,65 franchi per il 2008.

condividi questo articolo