Analisi
Valeo 10 anni fa - venerdì 19 ottobre 2007
Risultati senza sorprese

Risultati senza sorprese

Prezzo al momento dell'analisi (18/10/2007): 39,47 euro

Gli ultimi risultati di Valeo e le sue prospettive non ci fanno cambiare la nostra opinione sull’azione, che continuiamo a giudicare correttamente valutata.
> Mantenere

I trimestri si somigliano tutti nel caso di Valeo (VLOF.PA). In base a un fatturato in crescita del 4,3%, il margine industriale (rapporto tra utili industriali e fatturato) guadagna solo lo 0,2% salendo al 3,3%; il che evidenzia come il gruppo fatichi a trasformare il fatturato in utili. In seguito però a nuove economie e al venir meno di alcuni oneri contabilizzati nello stesso periodo del 2006, l’utile corrente per azione sale a 0,16 euro, realizzando una crescita del 30% rispetto al l’utile, molto basso, del terzo trimestre 2006. Il risultato netto resta comunque in rosso (-0,5 euro per azione) a causa della perdita registrata sulla vendita dell’attività di cablaggio. Questa operazione, resa pubblica da poco, quadra con la strategia di Valeo di cedere le attività con le prospettive meno allettanti. Il management si dimostra però meno intraprendente quando si tratta di realizzare acquisizioni che potrebbero migliorare strutturalmente la redditività malgrado la costante riduzione del debito, gliene fornisca i mezzi finanziari. Tenuto conto della cessione e del nuovo tasso di imposizione fiscale, riduciamo le stime sull’utile corrente per azione del gruppo da 1,9 a 1,6 euro per il 2007 e da 2,4 a 2,2 euro per il 2008.

condividi questo articolo