Analisi
De' Longhi 10 anni fa - lunedì 26 novembre 2007
Cessioni a Philips?

Cessioni a Philips?

Prezzo al momento dell'analisi (23/11/07): 4,53 EUR

Il terzo trimestre si chiude positivamente per De’ Longhi che pare aver superato i problemi legati all’incendio di Treviso. Stimiamo un utile per azione di 0,29 euro nel 2007 e di 0,33 nel 2008. Titolo caro.
>Vendere

Sembrano superati i problemi legati all’incendio dello stabilimento di Treviso che avevano pesato sui conti del 1° trimestre di quest’anno. I dati dei primi 9 mesi 2007 mostrano ricavi in aumento del 10,8% rispetto allo stesso periodo del 2006 e utili industriali in crescita del 40% sullo stesso arco temporale. A fare la parte del leone sono stati certamente i prodotti household – cioè per la famiglia - tra cui le macchine per il caffè. Dopo l’iniziale boom di prodotti cinesi a basso costo, gli elettrodomestici di casa nostra hanno riguadagnato terreno e le vendite hanno ripreso a crescere, tanto da solleticare l’interesse di Philips, che pare essere in trattative per l’acquisizione di una consistente fetta delle attività industriali di De’ Longhi (tra cui appunto le macchine per il caffè). Se la cessione dei marchi De’ Longhi, Ariete e Kenwood, tutti appartenenti al gruppo De’ Longhi, andasse in porto, Philips diventerebbe il primo produttore al mondo di macchine per il caffè. Smentita dalle due parti in causa, l’operazione sembra invece confermata dal riassetto della filiera produttiva avvenuto quasi in contemporanea in entrambe le aziende e dalla riallocazione dei quadri direttivi.

condividi questo articolo