Analisi
Eni 10 anni fa - lunedì 19 novembre 2007
Progetto Kashagan ancora in bilico

Progetto Kashagan ancora in bilico

Prezzo al momento dell'analisi (16/11/07): 24,20 EUR

Continuano le trattative per lo sfruttamento del giacimento di Kashagan, uno dei tasselli utili a Eni per assicurarsi la crescita futura dei volumi di produzione di idrocarburi. Titolo correttamente valutato.
>Mantenere

Potrebbe slittare a fine anno la soluzione del contenzioso col Governo kazako per lo sfruttamento del giacimento di gas e petrolio di Kashagan. Il rischio di una nazionalizzazione (come quelle in Venezuela) è secondo noi remoto, ma nel frattempo Eni si è comunque mossa per non veder intaccata la crescita futura della produzione di idrocarburi (in calo del 2,9% nei primi nove mesi dell’anno). In particolare, ha ottenuto l’allungamento delle concessioni per lo sfruttamento dei campi di petrolio e gas in Libia, nonché l’allargamento del loro perimetro destinato all’esplorazione (la quota di produzione libica è più di due volte superiore a quella che spetterebbe all’Eni dal Kashagan). Inoltre, non è da escludere una piccola acquisizione all’estero: Eni ha già provato a conquistare la britannica Burren Energy, ma la trattativa è fallita per questioni di prezzo. Non cambiamo le attese sul tasso di crescita di Eni a lungo termine (+4,6% medio annuo tra il 2010 e il 2015), ma, per tenere conto della debolezza del dollaro Usa, che ha più che compensato il rincaro del prezzo del petrolio, riduciamo le stime sull’utile per azione da 2,6 a 2,54 euro per il 2007 e da 2,55 a 2,51 euro per il 2008.

condividi questo articolo