Analisi
Saipem 10 anni fa - lunedì 5 novembre 2007
Risultati in crescita

Risultati in crescita

Prezzo al momento dell'analisi (02/11/07): 30,65 EUR

La corsa del prezzo del petrolio compensa l’indebolimento del dollaro americano e spinge in alto i conti di Saipem. Ai prezzi correnti sia l’azione ordinaria sia quella di risparmio sono però care.
>Vendere sia l’ordinaria sia la rnc

La corsa dell’oro nero fa bene a Saipem, società specializzata nella realizzazione di infrastrutture per l’industria petrolifera e del gas: il portafoglio ordini ha raggiunto il livello record di 13,4 miliardi di euro. Una buona assicurazione per il futuro del gruppo, che nel terzo trimestre ha messo a segno risultati positivi e superiori alle attese. Nonostante la debolezza del dollaro americano (il 70% del fatturato è denominato in dollari), Saipem ha visto i ricavi crescere del 13% rispetto al terzo trimestre del 2006: un balzo che, insieme al contenimento delle spese per il personale, consente all’utile industriale di crescere del 33%. Riteniamo che l’obiettivo di una crescita dell’utile netto di tutto il 2007 di oltre il 30% rispetto all’utile netto del 2006, componenti straordinarie escluse, sia ampiamente raggiungibile. Comprendendo l’incasso di 0,68 euro per azione legato alla vendita della partecipazione nella danese Haldor Topsoe, e non considerando gli ulteriori 0,08 euro per azione che dovrebbero giungere da cessioni ancora non perfezionate, portiamo le stime sull’utile per azione a 1,99 euro per il 2007 e a 1,52 euro per il 2008. I prezzi di Borsa, però, scontano già le prospettive del gruppo.

condividi questo articolo