Analisi
Vivendi 10 anni fa - lunedì 19 novembre 2007
Risultati senza sorprese

Risultati senza sorprese

Prezzo al momento dell'analisi (16/11/07): 29,77 EUR

I risultati del terzo trimestre di Vivendi sono in linea con le attese. Riteniamo però che gli obiettivi del gruppo potrebbero essere più ambiziosi. Ai prezzi attuali l’azione resta correttamente valutata.
>Mantenere

Nonostante ricavi in crescita del 12%, nel terzo trimestre l’utile per azione di Vivendi (VIV.PA) resta quasi stabile rispetto al terzo trimestre 2006, penalizzato dall’aumento dei costi amministrativi e commerciali. La Tv a pagamento (Canal+), i videogiochi e le attività di telefonia in Marocco migliorano, gli utili delle attività musicali scendono, mentre quelli della Tv francese (SFR) ristagnano. Dei risultati che illustrano bene il profilo del gruppo. Se da un lato la forte diversificazione delle attività consente a Vivendi di attenuare la debolezza di alcuni settori, dall’altro ne frena la crescita complessiva (scarse sinergie tra le attività). Inoltre tale struttura costringe Vivendi a scegliere tra il rilancio delle attività in difficoltà o lo sviluppo dei segmenti più promettenti, rendendo difficile operare scelte azzeccate sul piano finanziario. In ogni caso, i vertici non sembrano pronti a smantellare il gruppo e, dopo la crisi finanziaria estiva, anche i fondi d’investimento, favorevoli a profondi cambiamenti strategici, sembrano essere meno pressanti. Pur alzando le nostre stime sull’utile per azione (da 2,14 a 2,25 euro per il 2007 e da 2,30 a 2,40 euro per il 2008) il titolo resta correttamente valutato.

condividi questo articolo