Analisi
Banca Popolare di Milano 10 anni fa - lunedì 10 dicembre 2007
Varata la riorganizzazione

Varata la riorganizzazione

Prezzo al momento dell'analisi (07/12/07): 9,94 EUR

Il Consiglio di amministrazione ha approvato la riorganizzazione della struttura centrale. Lo scopo è contenere i costi, ma anche in questa occasione sono emerse le divisioni interne che frenano il gruppo.
>Mantenere

La nuova organizzazione, che diverrà effettiva a partire da gennaio, prevede di dividere la struttura centrale in quattro macro-aree: la rete commerciale, l’organizzazione e la struttura informatica, la gestione delle risorse umane e, infine, le funzioni di governo (pianificazione strategica). Lo scopo è di diminuire i costi di struttura, che finora hanno appesantito i conti di Bpm: a fronte di un calo del 2% nei ricavi, il 3° trimestre 2007 si è infatti chiuso con un aumento del 7% nei costi amministrativi, il che porta l’utile per azione (0,16 euro) a calare del 37% rispetto al 3° trimestre 2006 (considerando tutti i 9 mesi l’utile è di 0,73 euro per azione, -12,4% sul 2006). Non è però scontato che il management riesca a raggiungere l’obiettivo: la mancata unanimità nell’approvazione è un segnale che le divisioni interne continuano a sopravvivere. Divisioni interne che, a volte, tendono a privilegiare gli interessi “di parte” a scapito di quelli del gruppo: ne è una prova il fallito approccio con Bper, anche se formalmente le trattative per un’integrazione stanno proseguendo. Per il 2007 stimiamo utili per azione di 0,88 euro, che dovrebbero salire a 1,04 euro nel 2008 e 1,13 euro nel 2009.

condividi questo articolo