Analisi
Atlantia 10 anni fa - lunedì 14 gennaio 2008
Spagnoli vicini all'addio

Spagnoli vicini all’addio

Prezzo al momento dell'analisi (11/01/08): 24,47 EUR

Nel permanere dell’incertezza normativa, gli spagnoli di Abertis sarebbero pronti a accantonare definitivamente il progetto di alleanza con il gruppo italiano. Il prezzo del titolo è secondo noi caro.
>Vendere

L’accordo sulle norme di concessione trovato tra Atlantia e il Ministero delle Infrastrutture all’inizio dello scorso ottobre è stato contestato a fine novembre dai tecnici del Tesoro, che hanno ulteriormente messo in discussione lo schema di convenzione. Ancora oggi non si è arrivati a una soluzione dei contrasti e l’incertezza normativa continua a gravare sulla società. Per questa ragione, indiscrezioni di mercato vorrebbero gli spagnoli di Abertis pronti non solo a accantonare per sempre il progetto di fusione, ma anche a rompere il patto che li lega agli altri soci di Schema28, attuale controllante di Atlantia. La rottura del patto renderebbe tecnicamente Atlantia contendibile: dubitiamo però che l’attuale socio di maggioranza sia disposto a perdere il controllo della società. Nel frattempo il gruppo continua a guardare alla crescita all’estero: ha acquistato il 45% di una società Usa operante nella gestione di sistemi di pagamento di pedaggio in via elettronica e sarebbe in lizza per la concessione di due autostrade in Cile. Sulla base degli incrementi tariffari decisi per il 2008, stimiamo un utile per azione pari a 1,28 euro alla fine di quest’anno (1,36 euro nel 2009).

condividi questo articolo