Analisi
Autonomy Corporation 10 anni fa - giovedì 17 gennaio 2008
La prudenza si impone

La prudenza si impone

Prezzo al momento dell'analisi (16/01/2008): 958 pence

Nonostante dei segnali incoraggianti sull’attività, considerando il rallentamento economico negli Usa (75% delle vendite del gruppo) e la concorrenza di Microsoft lasciamo invariate le nostre stime. Titolo caro.
> Vendere

Da inizio anno Autonomy Corporation (AUTN.L) sembra scampare al marasma delle Borse. Un fatto che non sorprende, visto che moltiplica i contratti, tra cui il più importante della sua storia con una grande banca internazionale. Un accordo da ben 70 milioni di dollari (contro dei contratti finora conclusi da 375.000 dollari in media), scaglionato su quattro anni, che lascia sperare in un’ondata di contratti nel settore finanziario. Con la crisi dei subprime, temendo numerosi processi, gli istituti finanziari cercano infatti di migliorare i loro sistemi informatici per poter produrre la documentazione necessaria entro le brevi scadenze imposte dalla legge. Ultimamente il titolo ha inoltre beneficiato di un movimento speculativo legato alla generosa offerta lanciata da Microsoft su un concorrente del gruppo (Fast Search & Transfer). Oltre a mostrare il crescente interesse per gli editori di software professionali, l’arrivo di Microsoft su questo segmento rappresenta però secondo noi anche una seria minaccia per Autonomy, che finora non aveva quasi concorrenti. Inoltre, ai prezzi attuali del titolo, ci sembra poco probabile un’offerta su Autonomy.

condividi questo articolo