Analisi
Pfizer 10 anni fa - lunedì 28 gennaio 2008
Nel mezzo della ristrutturazione

Nel mezzo della ristrutturazione

Prezzo al momento dell'analisi (25/01/08): 22,61 USD

Pfizer aumenta gli sforzi per affrontare una situazione difficile. Stimiamo un utile per azione (oneri di ristrutturazione compresi) di 1,85 dollari nel 2008 e 2,2 dollari nel 2009. L’azione resta conveniente.
>Acquistare

Pfizer (PFE.N) attraversa un momento non facile. Nel 2007 il fatturato (effetti di cambio esclusi) è sceso del 2% rispetto al 2006, mentre l’utile per azione è calato del 24% rispetto al 2006 (esclusi i guadagni realizzati nel 2006 sulla vendita della divisione medicinali da banco). Un calo determinato dagli sforzi per una ristrutturazione che, però, sarà ancora lunga: gli oneri a essa collegati continueranno quindi a gravare per un po’ sui bilanci. Attualmente il gruppo è impegnato a salvaguardare il fatturato (malgrado la perdita di brevetti e la forte concorrenza), cercando di ridurre al contempo i costi; un obiettivo tutt’altro che facile. Basti pensare, ad esempio, che se nel quarto trimestre il Lipitor (contro il colesterolo), preso di mira dalla concorrenza, ha ritrovato una certa crescita è stato grazie a una costosa campagna pubblicitaria. Va però segnalato che il successo dei nuovi farmaci (+122% le loro vendite nel 2007) potrà in parte compensare le perdite di brevetti attese nei prossimi anni. Inoltre il piano legato al miglioramento di produttività è convincente e il gruppo ha deciso di premiare di più gli azionisti (aumento del 10% del dividendo trimestrale e acquisti d’azioni proprie).

condividi questo articolo