Analisi
ARM Holdings 10 anni fa - venerdì 8 febbraio 2008
Management prudente

Management prudente

Prezzo al momento dell'analisi (07/02/2008): 93 pence

Il calo dell’attività subìto nel quarto trimestre dalla britannica ARM Holdings è in linea con quello accusato dagli altri attori del settore dei semiconduttori. L’azione resta correttamente valutata.
> Mantenere

Nel quarto trimestre 2007 il fatturato di ARM Holdings (ARM.L) è diminuito del 5% rispetto allo stesso periodo del 2006, penalizzato soprattutto dal calo dei ricavi da licenze (-15% annuo). Certo il calo è stato accentuato dalla debolezza del dollaro rispetto alla sterlina, ma è soprattutto l’esitazione dei produttori di semiconduttori a investire nelle tecnologie di punta che frena la conclusione di nuovi contratti di licenza. ARM Holdings si è comunque difesa piuttosto bene dal rallentamento del settore, grazie all’adozione di una gestione rigorosa dei costi, che le ha consentito di mantenere un buon livello di redditività. Tenuto conto del contesto macroeconomico incerto, il management resta comunque prudente sulle prospettive dell’industria dei semiconduttori nel 2008. Riteniamo però che ARM Holdings dovrebbe comportarsi meglio della media del settore. Visto che la sua tecnologia continua infatti a restare quella standard per il settore, la sua presenza nei prodotti elettronici dovrebbe infatti continuare a rafforzarsi nei prossimi anni. Stimiamo un utile per azione di 3 pence per il 2008 e di 3,55 pence per il 2009.

condividi questo articolo