Analisi
Exxon Mobil 10 anni fa - lunedì 4 febbraio 2008
Risultati ai massimi storici

Risultati ai massimi storici

Prezzo al momento dell'analisi (01/02/2008): 85,95 USD

L’impennata dei prezzi del greggio ha spinto a livelli record gli utili trimestrali e annuali di Exxon Mobil. Anche per il 2008 ci aspettiamo dei risultati dello stesso stampo. Il titolo è correttamente valutato.
> Mantenere

Nel 2007 gli utili Exxon Mobil (XOM.N) sono saliti a 40,6 miliardi di dollari (7,36 dollari per azione), il livello più alto mai raggiunto da una società americana. Nell’ultimo trimestre 2007 i risultati hanno infatti superato le attese, grazie soprattutto all’impennata dei prezzi del greggio (+50% annuo) che ha fatto lievitare il fatturato del 30% nonostante una produzione di idrocarburi stagnante. Come i concorrenti, il gruppo fatica a aumentare la produzione e a trovare nuove riserve (ormai detenute all’80% da compagnie nazionali), mentre i rari giacimenti recentemente scoperti sono molto costosi da sfruttare. Exxon può però contare su dimensioni importanti e su una buona diversificazione geografica; di conseguenza si difende bene e conserva una redditività nettamente superiore a quella dei concorrenti malgrado i forti aumenti dei costi di produzione. Certo il gruppo soffrirebbe di un netto e duraturo calo dei prezzi petroliferi, ma non è questo, secondo noi, lo scenario più probabile anche nel caso di un severo rallentamento dell’economia mondiale. Stimiamo un utile per azione di 7,5 dollari nel 2008 e 7,3 dollari nel 2009 (anno in cui ci aspettiamo un leggero calo del prezzo del greggio rispetto al 2008).

condividi questo articolo