Analisi
Iberdrola 10 anni fa - lunedì 4 febbraio 2008
Possibile preda?

Possibile preda?

Prezzo al momento dell'analisi (01/02/08): 10,36 EUR

Iberdrola appare ben posizionata per affrontare le sfide del settore utility, ha una forte presenza nel settore delle energie rinnovabili e continua a rappresentare una preda ambita. Il titolo è correttamente valutato.
>Mantenere

I ribassi delle Borse degli ultimi mesi hanno penalizzato anche l’andamento di Iberdrola (IBE.MC1), ma la società spagnola ha le carte in regola per affrontare le sfide del suo settore. La quotazione in Borsa di una parte della controllata operante nel settore delle energie rinnovabili ha infatti rappresentato un successo per il gruppo e il piano per l’acquisizione della statunitense Energy East sta procedendo bene. Le maggiori pressioni sull’attività in Spagna (aumento delle tariffe inferiore a quanto sperato) verranno controbilanciate dalla diversificazione del gruppo negli Usa e nel Regno Unito, dove si prevede una nuova ondata di investimenti nella produzione (energia nucleare, energie rinnovabili). Senza contare che le nuove direttive europee sosterranno le energie rinnovabili: Iberdrola Renovables (di cui il gruppo detiene l’80% del capitale) e Gamesa (di cui possiede il 24%) ne beneficeranno. Ritornano, infine, le voci (seppur smentite dai diretti interessati) su movimenti all’interno dell’azionariato: la spagnola Acs e la francese Edf potrebbero aver comprato rispettivamente un altro 5% e 3,7% di Iberdrola continuando a muovere passi verso una possibile scalata congiunta sul gruppo.

condividi questo articolo