Analisi
Le Borse soffrono ancora 10 anni fa - venerdì 15 febbraio 2008
Il 2008 è proseguito così come il 2007 si era concluso, con un forte calo delle Piazze mondiali. Le obbligazioni, invece, hanno continuato la loro brillante crescita,favorita dalla preferenza per titoli meno rischiosi.

Le Borse a gennaio hanno perso l’8,7%. Il bollettino di guerra del mese è stato pesante: Wall Street -6,5%, Milano -9,8%, Londra -8,5%, Zona euro -10,4%, Sidney -8,9%, Tokio -5%.

· Il cosiddetto flight to quality (cioè la ricerca di titoli meno rischiosi) ha messo in compenso le ali ai bond. A 3-5 anni abbiamo guadagni dell'1,9% per i titoli in euro, dell'1,6% per quelli svedesi, dell'1,5% per quelli australiani e dell'1,3% per quelli Usa (occorre comunque considerare che il dollaro Usa è scivolato dell'1,3%). Su scadenze più lunghe (7-10 anni) abbiamo guadagni del 2,7% per i titoli in euro e per quelli svedesi, del 2,1% per quelli australiani e dell'1,8% per quelli Usa.

Tutte le Borse in affanno

· Milano (-9,8%, minimo 2.000 euro, presso Banca popolare di Milano, telefono: 800/100200) non è riuscita a sottrarsi al crollo e Bipiemme Italia (-9,9%) ha chiuso meglio del suo benchmark (Msci Italy: -10,9%) evidenziando un sovrappeso su Telecom Italia (-4,2%), Enel (-8,5%) e Generali (-8,3%). L'Etf Lyxor s&p mib ha perso a dicembre il 10,3%.

· Leonardo euro (-10,9% minimo 1.000 euro, presso Onlinesim, telefono: 800/950045) è andato in linea col mercato euro (-10,4%) in cui investe. L'Etf Lyxor dj eurostoxx 50 ha perso il 10,9% lo scorso mese, perdendo il 6% su 12 mesi, mentre iShares dj Eurostoxx 50 ha lasciato sul campo il 13% a gennaio. Considerando tutte le Borse europee, comprese Londra, Zurigo e Stoccolma, gli Etf che vi consigliamo a gennaio hanno continuato a perdere: Spdr Europe 350 ha perso l’11,1% e iShares dj stoxx 50 l’11,8%.

· Passando alla Gran Bretagna, Aviva m. UK equity focus (minimo 2.000 euro, presso Onlinesim, www.onlinesim.it, tel.: 800/920045) (-10,5% lordo, netto è -9,2%) è andato in linea col suo benchmark (Ftse all share: -10,7% lordo) e a livello settoriale privilegia industriali, tecnologia e i beni di consumo. L’Etf iShares ftse 100 ha perso il 9,5% a gennaio, l’11,8% negli ultimi 12 mesi.

Gli Usa seguono a ruota

· Passiamo all'altra sponda dell'Atlantico: Anima America (-6,1%, mantenere dallo scorso mese) ha spuntato qualcosa in più rispetto a New York (-6,5%) per la protezione dal rischio di cambio. Henderson american equity a2 (-11,8%, netto è -10,3%, minimo 2.500 euro, presso Onlinesim, www.onlinesim.it, tel.: 800/920045), invece, ha fatto un po' peggio del mercato. A inizio gennaio si era fatto trovare con circa un sesto del portafoglio investito in titoli tecnologici (-12,3%) e per un decimo nel settore energia (-12%), tra i più bersagliati nel mese. Gli Etf che vi consigliamo sul mercato Usa a gennaio hanno perso: iShares s&p 500 il 6,7% e iShares msci North America il 9,3%.

Cambia il consiglio per…

Credit Suisse bond aud B

2.818,56 dollari australiani al 31/01

Da acquistare a mantenere

iShares euro gov. bd 7-10

149,6 euro al 31/01/2008

Da acquistare a mantenere

· A dicembre Toronto non si è distinto dagli altri mercati e ha perso il 7,4%. Ubs Canada (-8,7%, netto è -7,6%, minimo 2.500 euro, presso Deutsche Bank, telefono: 02/6995) si è comportato in questo senso perfettamente in linea col mercato bilanciando, col lieve sovrappeso nel settore bancario (-4,2%), il peso in petroliferi e assicurativi, titoli assai bersagliati dalle vendite a Toronto.

· Sidney ha perso a gennaio l'8,9%. Dexia equity Australia (-7,2%, netto è -6,3%, minimo 4.000 euro, presso Onlinesim) si è in parte salvato grazie al sovrappeso nei materiali (-6,7%) e alla scelta, all'interno del settore bancario (-10,1%), di titoli dalle perdite contenute come National Australian Bank, Westpac banking e Anz bank.

Obbligazioni in ripresa

· Arca rr (+1,9%; minimo 100 euro, presso diverse banche popolari, telefono: 02/480971) si è mosso in linea con la durata media di portafoglio di poco sopra i 5 anni. iShares government bond 7-10 che da questo mese passa a mantenere, ha guadagnato il 3,1% in un mese, il 2,8% in un anno. Da questo mese, chi vuole investire in titoli di Stato in euro attraverso un Etf può puntare su Lyxor Etf Euromts 10-15y che ha guadagnato il 2,7% a gennaio, il 3,7% nell’intero 2007.

· Arca bond dollari (+1,7%) evidenzia una durata media di portafoglio intorno ai 4 anni e mezzo muovendosi, dunque in linea con i titoli di tale durata. Soddisfazioni, infine, arrivano dall'Australia: Credit Suisse bond aud (+2,1, 1,8% netto), da questa settimana non è più all’acquisto, ma passa a mantenere. Infine Nordea 1 swedish bond B (+2%, netto è 1,75%,50 euro, presso Fundstore, telefono: 055/2463400) si è mosso più in linea coi titoli svedesi a 3-5 anni (+1,6% netto) che con quelli a 5-7 anni (+2,1% netto).

IL VOSTRO FONDO ALLA PROVA

 

 1 mese

3 mesi

1 anno

3 anni *

5 anni *

BORSE

Belgio

-7,9%

-14,8%

-14,3%

7,9%

16,0%

Francia

-11,1%

-14,8%

-9,2%

10,5%

13,9%

Italia

-9,8%

-14,4%

-14,8%

5,8%

11,9%

Portogallo

-13,0%

-13,0%

-3,1%

12,5%

15,8%

Spagna

-10,4%

-15,1%

-10,3%

12,6%

17,4%

Germania

-11%

-12,2%

-0,7%

14,6%

16,9%

Olanda

-11,4%

-16,0%

-7,0%

11,3%

12,2%

Grecia

-11,7%

-13,1%

-6,1%

13,8%

20,2%

Finlandia

-8,0%

-13,5%

8,1%

20,1%

16,5%

UK

-8,5%

-15,8%

-12,0%

6,9%

11,0%

Svizzera

-5,8%

-9,1%

-10,9%

10,3%

11,5%

Danimarca

-10,9%

-18,7%

-9,2%

12,2%

18,3%

Svezia

-10,9%

-19,1%

-19,2%

10,2%

17,0%

Norvegia

-18,8%

-22,6%

-11,3%

18,7%

24,4%

Canada

-7,4%

-14,7%

4,96%

15,6%

17,4%

Usa

-6,5%

-11,2%

-11,9%

3,26%

5,15%

Australia

-8,9%

-17,4%

3,7%

14%

17,7%

Giappone

-5%

-10,2%

-18,3%

1,14%

6,30%

Cina

-19,7%

-32,1%

17,1%

32,3%

26,6%

Hong Kong

-11,2%

-14,6%

6,8%

15,2%

14,9%

India

-13,5%

-10,3%

23,5%

35,2%

32,9 %

Corea

-12,9%

-21,7%

4,5%

16,5%

18,4%

Filippine

-7,64%

-8,93%

3,91%

23%

23,3%

Singapore

-11,9%

-18,4%

-4,53%

15,5%

16,8 %

Taiwan

-10,1%

-20,5%

-10,4%

4,18%

4,45%

Thailandia

-6,9%

-11,4%

17,5%

10,5%

19,5%

OBBLIGAZIONI

Italiane

2,71%

2,97%

5%

2,62%

4%

Usa

1,8%

4,46%

0,7%

1,48%

-1,4%

VALUTE

Dollaro Usa

-0,1%

-0,6%

-12,2%

-4,2%

-6,2%

Dollaro canadese

-0,28%

-2,05%

2,75%

2,71%

1,95%

Dollaro australiano

0,03%

-1,51%

1,11%

0,46%

1,99%

Corona svedese

-0,02%

-0,72%

-4,44%

-1,31%

-0,49%

Sterlina

-0,12%

-1,66%

-10,9%

-2,46%

-2,59%

Yen giapponese

0,31%

1,45%

-0,15%

-5,03%

-3,94%

Le variazioni in euro e tengono conto delle imposte. Le obbligazioni sono titoli di Stato di durata tra i 7 e i 10 anni e non corrispondono necessariamente con la composizione dei fondi in tabella. Abbiamo solamente voluto fornire un termine di paragone. (*) Su base annua.

 

condividi questo articolo