Analisi
Le molecole di MolMed in Borsa 10 anni fa - giovedì 21 febbraio 2008
La prima matricola che torna coraggiosamente a affrontare il giudizio della Borsa e' MolMed. Ecco le caratteristiche dell'offerta.

Molecole italiane in Borsa

· MolMed, nata come costola dell’ospedale San Raffaele di Milano, si occupa di sviluppare e progettare molecole per prodotti farmaceutici rivolti alla cura di patologie tumorali.

· Nessuna delle molecole di MolMed è però ancora commerciabile. La società non ha praticamente debiti e si presenta quindi in Borsa per raccogliere i capitali necessari per sostenere le ingenti spese connesse per la ricerca e lo sviluppo di questi prodotti.

Il costo della ricerca

· Che l’attività di ricerca sia costosa lo si evince dal bilancio: a fine 2006 la società raccoglieva circa 2,7 milioni di euro di ricavi (derivanti per lo più da finanziamenti da parte della regione Lombardia e da corrispettivi legati all’avanzamento dello sviluppo di alcune molecole) a fronte di 11,7 milioni di costi. La situazione non è cambiata nel 2007: nei primi nove mesi MolMed ha registrato ricavi per 2 milioni di euro contro costi di 11 milioni di euro.

· Si tratta inoltre di procedure lunghe: secondo quanto annunciato dai vertici della società, il gruppo dovrà aspettare almeno fino al 2012 per commercializzare i propri prodotti e, quindi, registrare utili (noi stimiamo una perdita per azione di 0,08 euro nel 2008 e di 0,05 euro nel 2009).

· Quello della ricerca contro il cancro è però (purtroppo) un settore con ampie prospettive di crescita: la società può inoltre contare sulla reputazione dell’istituto ospedaliero alle sue spalle e su un’alleanza strategica siglata con un’importante società di biotecnologia giapponese. Noi stimiamo che l’attività della società possa crescere per i 15 anni successivi al 2015 a un tasso annuo del 5,3%.

· Allo stesso modo si tratta però di un’attività particolarmente rischiosa: non sono pochi i casi di società del settore le cui sperimentazioni sono fallite e che sono state quindi costrette a chiudere i battenti. Inoltre, si tratta di un settore dove la competizione è molto forte. Tenendo conto di tutti questi elementi, nonché del confronto con i principali gruppi concorrenti, secondo i nostri modelli di valutazione già al prezzo minimo della forchetta (2,15 euro) la società sia molto cara.

· Vista la peculiarità della società, abbiamo comunque voluto stimare il valore della società utilizzando anche il metodo del discounted cash flow (Dcf): anche considerando lo scenario più ottimista, al prezzo inferiore della forchetta la società risulta correttamente valutata. Il buon padre di famiglia non ha quindi particolari motivi per investirci.

· Sempre più le società del settore biotecnologico stanno solleticando l’appetito dei colossi farmaceutici. Purtroppo, però, la MolMed, al termine dell’offerta, e per almeno tre anni (stando ai patti tra i soci principali), resterà non contendibile: anche lo speculatore non ha quindi particolari motivi per sottoscrivere queste azioni.

 

OPS MOLMED: L’OFFERTA

Periodo di sottoscrizione

fino al 28 febbraio 2008

Intervallo di prezzo (in euro)

2,15 euro – 2,75 euro

Lotto minimo

2.000 azioni

Valore lotto minimo (in euro)

min. 4.300 – max. 5.500

Mercato di quotazione

Borsa italiana – MTA

Data inizio negoziazioni

5 marzo 2008

 

condividi questo articolo