Analisi
Brembo 10 anni fa - lunedì 31 marzo 2008
Proposto dividendo di 0,28 euro

Proposto dividendo di 0,28 euro 

Prezzo al momento dell'analisi (28/03/08): 8,95 EUR

Il 2007 si chiude meno peggio del previsto per Brembo, che registra ricavi e utili in crescita. Stimiamo un utile per azione di 0,95 euro nel 2008 e di 1,02 euro nel 2009. Ai prezzi attuali, il titolo resta però caro.
>Vendere

Nonostante i prezzi delle materie prime abbiano continuato a correre nel 2007, Brembo è riuscita a contenere i costi e a chiudere il 2007 meglio del previsto. L’unica nota negativa è data dall’aumento dell’indebitamento, causato dal costo dei nuovi investimenti negli Usa e in Spagna i cui effetti su ricavi e utili si vedranno solo nel 2008. Ciò nonostante, i dati di Brembo sono comunque positivi: i ricavi sono aumentati di oltre il 13% rispetto al 2006, mentre gli utili nello stesso periodo sono cresciuti di oltre il 40%. I successi ottenuti dalla Ducati, di cui Brembo è fornitrice, hanno senza dubbio contribuito a promuovere il marchio del gruppo nel mondo. La più significativa crescita dei ricavi si è registrata in Brasile (+36,6% le vendite nel 2007 rispetto all’anno precedente). Anche in Asia i ricavi di Brembo sono cresciuti in maniera marcata. Dopo anni di ristagno delle vendite, il Giappone ha ripreso a importare i prodotti Brembo (nello scorso anno i ricavi in questo Paese segnano +18,3% rispetto al 2006). Per meglio presidiare l’area asiatica il gruppo ha perfezionato l’acquisizione della maggioranza nella partecipata cinese Nanjing Yuejin automotive brake system Co. Ltd.

condividi questo articolo